Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Liguria ricorda la “strage di Capaci” e premia i ragazzi delle scuole e i loro “Corti per la giustizia” fotogallery

Nell'anniversario della morte del giudice antimafia, all’Ariston è andata in scena la finale del contest per promuovere la cultura della legalità fra i giovani. Il “Colombo” di Genova e il “Ruffini-Aicardi” di Sanremo e Taggia, le scuole vincitrici

Sanremo. Ventitré maggio, è il giorno di Giovanni Falcone, di quel terribile boato che ventisei anni fa da Palermo aprì a quella che verrà per sempre ricordata come “la strage di Capaci”. Una ferita profonda nella storia italiana, che squarciò il Paese dell’antimafia e che oggi la Liguria ricorda con i suoi ragazzi.

Corti per la Giustizia - Sanremo

Questa mattina al Teatro Ariston di Sanremo è andata in scena la finale della prima edizione di “Corti per la giustizia”: il contest organizzato dall’Associazione nazionale magistrati Liguria in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e Ariston S.r.l. per promuovere la cultura della legalità e del diritto fra i più giovani.

Dal palco, la proiezione di dieci cortometraggi realizzati dagli studenti delle scuole superiori liguri. Video della durata massima di 240 secondi dove occhi innocenti hanno raccontato la corruzione e i suoi effetti sulla società, i pericoli della rete e l’uso del web come arma per offendere, la violenza di genere e l’amore malato che nega la libertà, la vita e ancora l’occupazione giovanile e il precariato. Due i corti vincitori: “Vittime”, prodotto dagli studenti del Liceo scientifico “Colombo” di Genova per la sezione “Non basta dire no” e  “You are not alone” dell’Istituto “Ruffini-Aicardi” di Arma di Taggia per la sezione “Pericolo web”.

Decretati dalla classifica del web* (il primo) e da una giuria di qualità composta dall’attore Andrea Di Marco (presidente di giuria), Alessandra Galli, consigliere Corte d’Appello di Milano, Francesco Pinto, procuratore aggiunto Tribunale di Genova, Gerolamo Giovanni Novaro e Antonio Carvelli dell’Ufficio scolastico regionale per la Liguria (il secondo), ai vincitori sono andati gli applausi dei relatori scelti per l’occasione; autorità da anni impegnate per combattere sul territorio ligure, in particolare le province di Genova e Imperia, la penetrazione mafiosa e i suoi problemi sociali. Tra gli altri: Barbara Bresci, sostituto procuratore della Repubblica di Imperia; Marcello Basilico, magistrato Tribunale di Genova; Silvana Tizzano, prefetto di Imperia, e Franco Cozzi, procuratore capo di Genova, che si è rivolto ai ragazzi spiegando loro, che nel 1993 ancora non erano nati, chi era il giudice antimafia e il perché è stato ucciso. Lui insieme alla moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, e, 57 giorni dopo, il collega Paolo Borsellino.

Al ricordo della strage di Capaci si è unito anche il pm Bresci che ha così commentato la prima edizione di “Corti per la giustizia”: «Sono molto soddisfatta. E’ stata la prima edizione e qualcosa bisognerà modificare per le prossime dato che vogliamo assolutamente proseguire nel tempo. Entusiasmante è stata la risposta degli studenti ma addirittura stupefacente l’iniziativa spontanea di una scuola materna di Ventimiglia alta che ha realizzato un video contro il bullismo. Si esce da questa esperienza con maggior fiducia nel futuro e negli studenti, non solo quelli adolescenti ma anche più giovani come quelli che frequentano le scuole elementari. Noi non viviamo in un’isola felice, non ce ne sono in tutta Italia ma è importante che ci siano queste iniziative anche in ambiti difficili come è purtroppo anche il Ponente Ligure”.

*La classifica del web “Corti per la giustizia 2018”

1. “Vittime”- Liceo scientifico “Colombo” di Genova
2. “You are not alone” – Istituto “Ruffini-Aicardi” di Sanremo-Taggia
3. “Parlerò” – Liceo artistico “Amoretti” di Imperia
4. “Flusso di coscienza social-e – Liceo classico “Costa” di La Spezia
5. “Ordinario precario” – Istituto “Ruffini-Aicardi” di Sanremo-Taggia
6. “Aspetto il nonno” – Liceo “Cassini” di Sanremo
7. “Gocce di memoria” – Istituto “Ruffini” di Imperia
8. “Sulla pelle dei figli” – Liceo artistico “Amoretti” di Imperia
9. “Tutti contro uno” – Liceo artistico “Amoretti” di Imperia
10. “L’amore non ha limiti” – Polo tecnologico imperiese
11. “Il silenzio assolve” – Liceo artistico “Amoretti” di Imperia
12. “Il silenzio del colpevole” – Istituto “Marconi” di Imperia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.