Quantcast
Imperia, raccolti 1500€ per il progetto "No Kuida de no mindjeres" sostenuto da A.I.FO. - Riviera24
L'iniziativa

Imperia, raccolti 1500€ per il progetto “No Kuida de no mindjeres” sostenuto da A.I.FO.

Il ricavato sarà a favore delle donne della provincia di Gabu, in Guinea Bissau, uno dei più poveri al mondo

Riviera 24 - Laura Amoretti

Imperia. In scena un bellissimo progetto “No kuida de no mindjeres” noi ci preoccupiamo delle nostre donne che A.I.FO. sostiene a favore delle donne della provincia di Gabu, in Guinea Bissau, uno dei più poveri al mondo. Una serata realizzata da A.I.FO Imperia e dall’Associazione Pànta Musicà ha avuto grande successo. Un evento patrocinato dal Comune, dalla Provincia, dall’Asl1, dall’Ufficio Pari Opportunità Regionale.

Le parole della dottoressa Laura Amoretti a fine spettacolo: “Non esistono sogni troppo grandi – abbiamo tutti pensato a queste parole di Follereau al termine di una serata che sognavamo bella ed è stata invece splendida. Follereau ha eletto a suoi eredi universali i giovani, perché continuassero la sua opera di Amore ed i giovani sono stati i protagonisti sul palco: il coro N. Sauro diretto da Margherita Davico, gli studenti del Liceo Viesseux e dell’IIS Ruffini, i ragazzi dell’Isah e l’esplosione di colori e bellezza degli abiti in tessuti africani confezionati dalle sarte di Happy Job della Cooperativa Jobel. Lo è stato il pubblico, caldissimo e partecipe in ogni momento che ha cantano, applaudito tutte le esibizioni. Palco e platea.. un tutt’uno!” 

Lo spettacolo, fortemente voluto dalla consigliera di Parità Laura Amoretti che voleva che Imperia fosse concretamente attiva nel sostegno a questo progetto veramente solidale, è iniziato con un video e la presentazione del progetto da parte di Susanna Bernoldi, responsabile A.I.FO. che ha mostrato proprio i volti di quelle donne alle quali andrà il ricavato della serata. E’ stato condotto in modo intenso e pieno di umanità da un grande professionista, l’attore e regista Simone Gandolfo. La direzione artistica del maestro Giovanni Sardo dell’associazione Pànta Musicà.

Grazie alla collaborazione del tecnico del suono Francesco Genduso, di Michele, responsabile di sala che è stato veramente uno di noi, come i vigili del fuoco Daniele, Luca e Tiziano che volontariamente hanno prestato il loro servizio. “La gioia è esplosa quando si è saputo che erano stati raccolti 1.100 euro, due borse di Microcredito. E’ accaduto ciò in cui speravamo ma non era assolutamente facile: il pubblico ha fatto sì che raggiungessimo i 1.500 euro: tre microcrediti!
Che dire grazie dal profondo del cuore. Sappiamo di aver fatto un piccolo, ma importante atto di restituzione e aver messo in risalto la bellezza di un’Africa ricca di vita e di una grande energia positiva che anche qui potrebbe veramente cambiare il mondo”– conclude Laura Amoretti.

 

commenta