Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, Potere al popolo propone un piano complesso sulla mobilità

Per chiarire alcuni aspetti che già hanno destato notevole interesse fra i cittadini, come la proposta di una Metro-Imperia

Imperia. Potere al popolo ha tenuto ieri una conferenza stampa dedicata alla sua proposta di un piano complesso della mobilità per la città di Imperia, allo scopo di chiarire alcuni aspetti che già hanno destato notevole interesse fra i cittadini, come la proposta di una Metro-Imperia.

Obiettivi del Piano:

  • Efficacia – con abbattimento e standardizzazione dei tempi di percorrenza –
  • Sostenibilità ambientale – con abbattimento degli inquinanti chimici e fisici -
  • Sicurezza – con riduzione della incidentalità urbana e periferica ed una forte attenzione alle persone svantaggiate ed alla disabilità -
  • Decoro – a vantaggio di tutti i cittadini e della promozione turistica –
  • Rilancio delle attività del commercio al dettaglio già troppo penalizzate dalla Grande Distribuzione Organizzata; rilancio essenziale alla vivibilità e sicurezza dei centri storici.

Le azioni del piano sono riassumibili in tre punti:

· Parcheggi periferici (quelli centrali esistenti a servizio dei residenti e delle categorie svantaggiate)

· Pedonalizzazione dei centri storici

· Mobilità collettiva ed individuale sostenibile, efficace, puntuale.

La rete:

Una percorribilità “orizzontale” (est-ovest) lungo la costa, ed una “verticale” verso l’ immediato entroterra: (quartieri sulle alture, Frazioni, zone produttive, GDO, ecc.) Queste percorrenze devono essere realizzate con mezzi pubblici collettivi e con piste ciclabili; quest’ ultime intendendosi di servizio oltre che a bici, anche a Skateboard e Roller, Monowhel, , Hoverboard, Monopattini elettrici.

Quella orizzontale prevede:

· la creazione/completamento della pista ciclabile fra (S. Lorenzo) Borgo Prino e Galeazza (Diano Marina), sul fronte mare.

· l’utilizzo dello storico sedime ferroviario fra il passaggio a livello del Prino (Stadio Atletica) e l’ uscita ovest della galleria di Capoberta (sul piano intercomunale da prevedersi fino a zona S’Anna in Diano Marina) per una Metropolitana “leggera” gomma-rotaia (a basso impatto e limitato trasporto).

Quella verticale prevede:

· la realizzazione di percorsi ciclabili intermodali con la percorrenza orizzontale, prevalentemente lungo le aste pianeggianti dei torrenti Prino, Caramagna e Impero, di servizio ai parcheggi periferici, frazioni, zone produttive, centri commerciali

· La realizzazione di navette (dirette) e di bus (a servizio puntuale) di collegamento fra le medesime aree.

E’ necessaria una Politica Tariffaria popolare e che renda assolutamente competitivo il trasporto pubblico.

E’ stato sottolineata l’importanza di un approccio complessivo, che non si limiti ad un esame frettoloso e settoriale. Le domande relative ad alcune supposte criticità del Piano, hanno ricevuto risposte argomentate che, pur senza definire – come ovvio – nel dettaglio il progetto – hanno soddisfatto i presenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.