Quantcast

Imperia, il collegio assolve Luigi Salsa: ex imprenditore di Diano a processo per bancarotta fraudolenta

Enrico Cinnella Della Porta aveva chiesto una condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione

Più informazioni su

Imperia. Il collegio del tribunale di Imperia presieduto dal giudice Donatella Aschero, con a latere i giudici Silvia Trevia e Massimiliano Botti ha assolto perché il fatto non sussiste Luigi Salsa, ex amministratore delegato dell’Ottica Signoriello, dall’accusa di bancarotta fraudolenta a seguito del fallimento, nell’ottobre del 2014, del negozio di ottica che per circa 25 anni era stato gestito da Salsa a Diano Marina, nella centralissima via Genova. 
Per Salsa, molto conosciuto anche per la sua attività in ambito politico (alla fine degli anni Novanta era stato uno dei fondatori della sezione locale di Alleanza nazionale), il pm Enrico Cinnella Della Porta aveva chiesto una condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione.

“Sono a posto con la coscienza, so di non aver rubato a nessuno”, ha dichiarato Salsa davanti al collegio dopo che erano stati ascoltati i testi del pubblico ministero: il curatore fallimentare Luca Marani e il maresciallo Antonio Marra.

L’ex imprenditore, attualmente residente in Svizzera, ma domiciliato a Chieri, in provincia di Torino, è stato difeso dall’avvocato Roberto Rum, che al termine della sua arringa aveva chiesto l’assoluzione.

Più informazioni su