Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, frode fiscale: prescritto il reato per il sindaco Carlo Capacci

La vicenda risale a cavallo tra il 2008 e il 2009

Imperia. Il giudice monocratico Laura Russo ha assolto stamani per prescrizione del reato, l’imprenditore e sindaco di Imperia Carlo Capacci, finito alla sbarra in veste di amministratore della società di comunicazioni “Uno Communications” perché accusato di frode fiscale, in merito al mancato pagamento dell’Iva su una fornitura di traffico telefonico.

La vicenda risale a cavallo tra il 2008 e il 2009. Il reato di cui era accusato Capacci, difeso dall’avvocato Giancarlo Giordano, si era già prescritto nel marzo del 2017, ma il processo era stato tenuto aperto dalla cosiddetta sentenza “Taricco” della Corte di Giustizia Europea, secondo la quale visto che l’Iva degli Stati membri dell’Unione Europea contribuisce a formare il gettito europeo, di fronte a frodi fiscali e di rilevanti entità, eventuali norme difformi dei singoli Stati che impediscono il recupero del denaro, sono da ritenersi contrarie.

Nel caso del sindaco di Imperia, la prescrizione non avrebbe dunque potuto avere rilievo. La Cassazione, tuttavia, sollevò successivamente una questione di legittimità costituzionale, sottolinenando l’impossibilità di cambiare le regole che sono a tutela dell’imputato e la Corte di Giustizia, tornando sull’argomento, evidenziò che il giudice non è tenuto ad applicare le sentenze, se queste siano in contrasto con le norme di diritto sostanziale del Paese.

Il processo partì quando Capacci ricevette alla Guardia di Finanza un verbale di accertamento da un milione e 700mila euro, relativo all’acquisto di una fornitura da una ditta per la quale (secondo l’accusa) non venne versata l’Iva. Si sospettò, dunque, la cosiddetta truffa “carosello”, anche se quelle emesse da Capacci erano fatture regolarmente pagate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.