Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I candidati di “Obiettivo Imperia” per Scajola sindaco propongono “Rifiuti zero”

"Vivere in sintonia con l’ambiente circostante è il primo passo per vivere bene e la nostra città ha tutte le caratteristiche per farlo al meglio”, spiegano gli esponenti della lista

Imperia. Il programma “Rifiuti Zero” con un’adeguata raccolta differenziata studiata sul territorio per i privati oltre che per gli esercenti, è un passo importante da compiere con coraggio e decisione, tutti insieme, amministratori e cittadini. E’ il momento di cambiare rotta: noi imperiesi dobbiamo diventare consapevoli dell’enorme patrimonio rappresentato dal nostro territorio che dobbiamo tornare a vivere in prima persona e che vogliamo far conoscere a visitatori italiani ed esteri.

“Il territorio imperiese, con le sue caratteristiche di grande pregio e la sua eccezionale varietà, è un elemento fondamentale per il piacere di vivere e di soggiornare ad Imperia. La cura del verde e la pulizia capillare del territorio sono e devono essere un obiettivo su cui puntare perché un ambiente pulito è fondamentale per vivere bene ed in salute.
Quanti sanno che il mare di Imperia custodisce forme di vita animali e vegetali di grandissimo interesse e valore ? O che nell’alveo del rio Baitè e dell’Impero vivono specie ornitologiche di grande pregio ? Ci sono poi le fioriture dell’entroterra ed i prodotti enogastronomici.

Sono soltanto alcuni degli esempi delle caratteristiche nascoste di Imperia e del suo territorio” dicono i candidati di Obiettivo Imperia per Claudio Scajola sindaco, Cristina Gavi, Ester D’Agostino, Barbara Nani, Marco Savini, Julia Ungureanu, Matteo Fagiolino, Paolo Ornamento, Bianca Ammirati, Elisabetta D’Amore, Stefano Pugi.

“Riteniamo di fondamentale importanza l’educazione e l’informazione dei più piccoli sulle caratteristiche del territorio cittadino e delle vallate, perché sappiano essere orgogliosi e garanti della sua salvaguardia. “Per questo a questo scopo vogliamo ripristinare il Centro di Educazione Ambientale da sostenere con risorse da ricercare nei numerosi bandi regionali e/o europei che il Comune di Imperia deve essere in grado di reperire ed utilizzare. Pensiamo al Museo Navale come luogo di divulgazione e ad una collaborazione con le strutture sportive e con le scuole di Imperia e della provincia, per allargare le esperienze cognitive dei nostri ragazzi anche al territorio in cui vivono, per esempio coinvolgendo l’istituto agrario nel recupero di aree dismesse” – spiegano Cristina Gavi, Ester D’Agostino, Barbara Nani, Marco Savini, Julia Ungureanu, Matteo Fagiolino, Paolo Ornamento, Bianca Ammirati, Elisabetta D’Amore, Stefano Pugi.

Punto fondamentale è anche la pulizia dei sentieri comunali, risorsa importantissima per agevolare la conoscenza dell’entroterra da parte di residenti e turisti, grazie anche ad un’adeguata segnaletica. “Prendiamo spunto da chi già lo fa e proviamo ad andare avanti. Vivere in sintonia con l’ambiente circostante è il primo passo per Vivere bene e la nostra città ha tutte le caratteristiche per farlo al meglio”, concludono gli esponenti della lista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.