Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gita a Praga per l’istituto Fermi-Montale di Bordighera e Ventimiglia foto

Nei tre giorni dedicati a Praga gli alunni spronati da ben due docenti di scienze motorie hanno percorso una media di 15 km giornalieri

Bordighera. Scrive la dirigente scolastica Antonella Costanza.

“Anche quest’anno l’Istituto Fermi – Polo – Montale di Ventimiglia/Bordighera, diretto dalla dott.ssa Antonella Costanza, ha organizzato un bellissimo viaggio d’istruzione a cui hanno partecipato più di un centinaio di alunni.
In occasione del cinquantesimo anniversario della “Primavera di Praga” l’istituto Fermi-Polo-Montale di Ventimiglia/Bordighera si é recato nella capitale Boema dal 14 al 19 aprile.

Sveglia alle ore 5,00, prima colazione caffè ed una fetta di torta ai mirtilli, alle 6,00 partenza per Praga. L’autobus è gia in via Roma 61 di fronte al Fermi, stiamo caricando le valige nella stiva, alle 6,10 arrivano gli ultimi studenti. Ci aspetta un viaggio di 15 ore, ma grazie a quattro tappe, alla visione del film Avatar ed a qualche pennichella ci troviamo a Praga quasi senza accorgerci dei 1200 km.

Praga, capitale della Repubblica Ceca, è attraversata dal fiume Moldava. Soprannominata « la città dalle cento torri », la « Roma Boema » è nota per la piazza della città vecchia, cuore del nucleo storico che racchiude oltre un millennio di storia, e i suoi monumenti architettonici e artistici, di stili differenti, ma soprattutto del tardo gotico e del barocco, splendidamente conservati, rappresentano una forza d’attrazione straordinaria.
In particolare spicca l’orologio astronomico medievale, che dà spettacolo allo scoccare di ogni ora.
Il ponte Carlo Completato nel 1402, e fino al 1836 fu l’unico passaggio sulla Moldava, è fiancheggiato da bellissime statue di santi cattolici e dalle sue austere torri.
Inoltre arroccato su una ripida collina che domina la città, il castello di Praga del IX secolo un tempo sede dell’impero medievale oggi sede del Presidente della Repubblica Ceca.

La cattedrale di San Vito, attigua al castello, è caratterizzata da finestre in Art Nouveau progettate da Alphonse Mucha.
Il vecchio quartiere ebraico è sede della Sinagoga Vecchia-Nuova, il più antico luogo ebraico di culto in uso in Europa. Il quartiere ospita anche il vecchio cimitero ebraico, uno dei piu’ belli in assoluto nel suo genere, ci sono circa 11.000 tombe, dal XV secolo al 1787 ; la piu’ antica ricorda il poeta e rabbino Selicha Abigdor Karo, morto il 23 aprile 1439.

La strada principale della Città Nuova è la vivace Piazza Venceslao, in cui palazzi in stile Liberty ospitano negozi e bar.
In alto a nord nord est della città svetta il parco di Letná, da cui è possibile ammirare i ponti e i tetti rossi di Praga.
Poco distante dal ponte Carlo troviamo l’opera piu’ significativa dei due architetti Vlado Milunic e Frank Gehry « la casa che danza » (Tancici dum), costruita nel 1996 é una costruzione dalle forme dinamiche ed originali.
Nei tre giorni dedicati a Praga i nostri alunni spronati da ben due docenti di scienze motorie hanno percorso una media di 15 km giornalieri.

Da Praga a Innsbruck

Capitale dello stato federato austriaco del Tirolo, Innsbruck è la quinta città più grande dell’Austria. Attraversata dal fiume Inn, la città sorge ai piedi delle Alpi, fatto che la rende una delle destinazioni austriache più interessanti per chi ama lo sci.
La storia a Innsbruck ha il volto misterioso dei guardiani scuri 28 statue di bronzo colossali che affiancano il monumento sepolcrale e rappresentano avi e idoli dell’Imperatore Massimiliano . Da queste statue deriva anche il soprannome popolare della chiesa, ovvero “Schwarz-Mander-Kirche”, la chiesa degli uomini neri.
Dopo aver fatto il pieno di storia, viaggiando attraverso i secoli, non resta che scaldarsi con una passeggiata nel centro storico di Innsbruck, che conserva intatto il fascino dell’antico borgo medievale. Tappa obbligatoria di questa passeggiata è Herzog-Friedrich-Straße dove, sulla facciata del Neuer Hof, l’antico palazzo dei conti del Tirolo, dove si ammira il famoso “tetto d’oro” realizzato alla fine del XVI secolo da Massimiliano d’Asburgo. Il tetto, brillante alla luce del sole, è ricoperto da 2.657 tegole a scaglie di rame dorato  nel corso dei secoli è diventato uno dei simboli di Innsbruck.

Ultima tappa visita a Salisburgo.

Salisburgo è la città natale di W. A. Mozart ed è il luogo delle riprese del film “The Sound of Music”. Gli stretti vicoli e le ampie piazze del centro storico fanno parte dei siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
Successivamente visita della Fortezza di Hohensalzburg, la più grande fortezza interamente conservata del centro Europa interessanti sono le stanze dei principi medievali e il museo della fortezza. Si prosegue con la visita del  Duomo, con la sua splendida facciata e l’imponente cupola.
Pranzo a Bolzano

Bolzano rispecchia chiaramente il luogo d’incontro e di scambio fra diverse culture.
Visitare la città, ci ha fatto scoprire le numerose particolarità che nascono dall’incontro tra Mediterraneo ed Europa centrale.
Arrivo a Ventimiglia alle ore 22,00″.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.