Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chiuso il bando su efficientamento energetico degli edifici pubblici, richieste da 14 piccoli comuni della provincia di Imperia

"La richiesta complessiva – spiega l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – è andata oltre rispetto la copertura di 2 milioni di euro"

Liguria. Con un totale di 38 domande per una richiesta complessiva di oltre 3,7 milioni di contributi richiesti, si è chiuso, il 30 aprile, il bando dedicato al finanziamento di interventi per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici nei piccoli comuni, sotto i 2mila abitanti.

“La richiesta complessiva – spiega l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti è andata oltre rispetto la copertura di 2 milioni di euro, dimostrazione che il bando ha saputo cogliere nel segno, andando incontro alle istanze dei piccoli comuni, raccolte durante i lavori del tavolo dell’energia dall’assessore Rixi. A breve verranno avviate le istruttorie delle domande per valutare l’ammissibilità dei progetti”.

“Sicuramente – continua l’assessore Benveduti – è un buon punto di partenza per avviare ulteriori misure e strategie che abbiano lo scopo di rendere la Liguria, gli enti locali, gli edifici pubblici e privati sempre più ambientalmente sostenibili, nell’ottica di una programmazione energetica complessiva indispensabile allo sviluppo della nostra regione e di tutti i comparti produttivi collegati”. Tra gli interventi oggetto di finanziamento del bando: ristrutturazione termica all’acquisto e installazione di impianti da energia rinnovabile, diagnosi energetica degli edifici, spese per la progettazione, realizzazione di rete di teleriscaldamento.

I comuni che hanno fatto richiesta di finanziamento sono: 16 in provincia di Savona (Arnasco, Calice Ligure, Unione dei Comuni del Beigua, Garlenda, Giustenice, Bormida, Murialdo, Roccavignale, Cosseria, Osiglia, Pallare, Ortovero, Pontinvrea, Stellanello, Testico, Vezzi Portio); 14 in provincia di Imperia (Bajardo, Bardineto, Chiusanico, Dolcedo, Mendatica, Rocchetta Nervina, Pieve di Teco, Prelà, San Biagio della Cima, Vallebona, Montalto Carpasio, Diano San Pietro, Perinaldo, Montegrosso Pian Latte); 5 in provincia di Genova (Mezzanego, Tiglieto, Santo Stefano d’Aveto, Castiglione Chiavarese, Valbrevenna); 3 in provincia della Spezia (Bonassola, Carro, Zignago).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.