Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amministrative Imperia 2018, Ivan Gianesini candidato pro Claudio Scajola col “permesso” del Pd

Diventa consigliere comunale con delega alle Politiche giovanili, mentre il futuro ministro su quella sconfitta costruirà in breve tempo i suoi successi

Più informazioni su

Imperia. Di lui in città si erano prese un po’ le tracce da quando per motivi di lavoro agli inizi degli anni Duemila si era trasferito a Reggio Emilia. Ma Ivan Gianesini non ha mai staccato la spina con la città in cui è cresciuto, ha studiato e ha mosso i primi passi nella politica.

Da rappresentante di istituto al Vieusseux, organizzatore di scioperi ancora prima che ruggisse la “Pantera”, ai banchi del Consiglio comunale. Anno 1995, Davide Berio, coalizione’Ulivo batte al ballottaggio il sindaco uscente, proprio Claudio Scajola che si era presentato solo contro tutti alla guida di “Amministrare Imperia”, listone che al primo turno aveva superato l’allora “Polo delle Libertà”, Forza Italia, An, Ccd.

Ivan Gianesini diventa consigliere comunale con delega alle Politiche giovanili, mentre il futuro ministro su quella sconfitta costruirà in breve tempo i suoi successi.

Anno 2018, Gianesini che ha maturato esperienze internazionali nel campo del riciclo dei rifiuti ha deciso di candidarsi alle elezioni del 10 giugno con “Imperia Insieme”, schieramento a sostegno dell’ex ministro.

“Col consenso, però – sottolinea l’interessato – del segretario della mia sezione del Pd di Reggio Emilia. In questi anni ho avuto modo di incontrarmi spesse volte a Roma con Claudio Scajola e di parlare della nostra città. Quando ha deciso di candidarsi a sindaco, appurato che non avesse mire diverse che non accorrere al capezzale di Imperia, mi è sembrato giusto affiancarlo e mettere a sua disposizione le esperienze che ho maturato nel campo dei rifiuti in questi anni. Lo avevo proposto anche a Carlo Capacci in coincidenza con la crisi di Tradeco, ma mi ha risposto che non ne aveva bisogno”.

Ma lei non era il direttore della “Nuova Lima”, giornale satirico del movimento giovanile dei Ds che non risparmiava vignette al vetriolo su Scajola e ideatore di manifesti e adesivi molto critici che sono passati alla storia?

“Certo -risponde Gianesini – con l’ex ministro ci siamo scontrati sul piano ideologico per tanti anni, adesso ci ritroviamo su quello pratico. Gli ho dimostrato anche la mia vicinanza quando è stato colpito, ingiustamente, a mio avviso da provvedimenti di natura cautelare esagerati. Penso molto di più di tanti presunti amici che si sono dileguati”.

Emergenza ambientale, che fare a Imperia?

“L’obiettivo finale – conclude Ivan Gianesini – sono i “rifiuti zero”, ma ci si arriva non con decisioni calate dall’alto ma attraverso un percorso condiviso”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.