Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amministrative 2018, Pd Imperia: “Non esistono solo le coalizioni del centrodestra”

La capogruppo Gianfranca Mezzera ricorda la coalizione che sostiene il candidato sindaco Guido Abbo e i punti principali del programma

Imperia. Gianfranca Mezzera, capogruppo Pd-Imperia, scrive quanto segue:

“Leggo sulla stampa di questi giorni le dichiarazioni di Luca Lanteri, che rivendica di essere l’unico candidato sindaco del centrodestra. Dall’altra parte leggo le dichiarazioni di Claudio Scajola, che rivendica di essere l’unico componente del centrodestra.

Vorrei ricordare alla stampa e quindi agli elettori che non esistono solo queste due coalizioni, che si stanno facendo la guerra sulla testa dei cittadini, rinfacciandosi il passato e promettendo gli stessi programmi elettorali inattuabili, per conquistare i voti.
Esiste la coalizione che sostiene il candidato sindaco Guido Abbo, di cui il Partito democratico fa parte.

Questa coalizione non ha improntato la campagna elettorale contro qualcuno e quindi il programma non viene usato in modo strumentale per fare la guerra. Oggi la nostra coalizione si presenta come una forza politica costruttiva. Il nostro è un programma serio e concreto, che analizza i veri problemi della città ed individua i metodi per risolverli concretamente.

La città ha tanti problemi, non tutti sono nati ora. Molti provengono dal passato quando le due coalizioni di centrodestra hanno governato unite per decenni. Ora che sono divise assicurano di poter risolvere ogni cosa.

In primo luogo il porto, che doveva essere il piu’ bello del Mediterraneo; oggi, dopo tanti anni, non è terminato. Ed è proprio il porto che ha creato non pochi problemi all’Amministrazione che sta terminando il mandato. Migliaia di cause intraprese da chi aveva pagato il posto barca e si ritrova senza nulla a causa di tutti i problemi giudiziari, compreso il fallimento. Oggi il Porto è aperto e funzionante solo grazie alla dedizione dei dipendenti della Go Imperia.

Poi l’asfalto e le buche che ci fanno tanto arrabbiare e rovinano le nostre auto. Non sono nate ora, ma provengono  da decenni di incuria in cui amministrazioni di centrodestra si sono disinteressate del problema.

E poi il bilancio del Comune, che è il fulcro di tutti i problemi della città. Un bilancio pieno di debiti provocati, in modo eccessivo, nel passato. Ciò è dovuto anche ad alcune strutture, che oggi si sono rivelate troppo onerose per una media città come Imperia (vedi su tutte il palazzetto dello sport). Questa situazione non permette di poter prevedere alcuna soluzione immediata, per le necessità più impellenti dei cittadini.

Ed infine la crisi economica che ha colpito Imperia riducendo le attività produttive e quindi anche le entrate del Bilancio (vedi su tutti gli oneri di urbanizzazione). Anche questo è il risultato di scelte errate del passato, che non hanno dato ad Imperia un futuro turistico piuttosto che industriale. Ora ne paghiamo le conseguenze. 

Questo sfogo, rivolto ai miei concittadini, è maturato dal fatto che sento tanti proclami, vedo tanta rivalità e soprattutto tante promesse. Vorrei ricordare a tutti che il passato non si può e non si deve dimenticare. Fare politica significa dedicarsi ai bisogni della città e dei suoi cittadini senza creare illusioni o false aspettative. Non è serio usare la politica per prove di supremazia o potere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.