Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Accensioni di fuochi all’aperto nel territorio comunale di Vallebona: scatta l’ordinanza

Multe salate per i trasgressori

Più informazioni su

Vallebona. Con l’inizio della bella stagioni e prassi bruciare fogliame, rami e pù in generale residui vegetali per pulire sentieri e campagne. Per tutelare la pubblica incolumità, il sindaco Roberta Guglielmi, ha firmato un’apposita ordinanza che descrive le modalità d’azione.

ECCO IL TESTO DEL DOCUMENTO
E’ consentita, in tutto il territorio di questo Comune, la combustione sul luogo di produzione del materiale agricolo e forestale derivante da sfalci, potature o ripuliture, nelle modalità così stabilite:

– nelle aree esterne al centro storico dalle ore 06:00 alle ore 10:00 e dalle ore 18:00 alle ore 20:00 a distanza non inferiore a mt. 30 dagli edifici limitrofi e fermo restando la normativa vigente riguardo il riutilizzo delle ceneri; – mantenendo una distanza dalle pubbliche vie tale da evitare che il fumo possa arrecare qualsiasi problematica all’utenza della strada e alla regolare viabilità;
– durante le fasi dell’attività e fino all’avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata costante vigilanza da parte di colui che lo ha acceso (o persona di sua fiducia), con divieto di abbandonare la zona fino alla completa estinzione di focolai e braci;
– la combustione deve essere effettuata in cumuli di dimensione limitata e comunque non superiore a tre metri steri al giorno per ettaro, avendo cura di isolare la zona di combustione dalla vegetazione circostante;
– che venga adottata una condotta civile informando, nel limite del possibile, con anticipo gli inquilini delle abitazioni limitrofe al fondo interessato dalle attività di pulitura e bruciatura;
– le sterpaglie o simili, se possibile, devono essere preventivamente ed adeguatamente essiccate;
– le operazioni di accensione e spegnimento dei fuochi devono svolgersi solo in sicura assenza di vento, in ogni caso con ogni opportuna cautela e disponendo di adeguato impianto idrico utilizzabile per l’ eventuale spegnimento del fuoco e altresì assicurandosi che non rimangano ceneri attive;
– la zona su cui si esegue l’abbruciamento deve essere circoscritta ed isolata con mezzi efficaci ad evitare il propagarsi del fuoco;
– qualora nel corso della combustione sopravvenga vento o altre condizioni di pericolosità che possano facilitare la propagazione delle fiamme o situazioni di pericolo, il fuoco dovrà essere immediatamente spento;

Eventuali deroghe a tali limitazioni potranno essere concesse dal Sindaco di Vallebona che rilascerà l’ autorizzazione su motivata richiesta scritta, nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti, dettando tutte le prescrizioni ritenute necessarie. E’ vietato accendere fuochi all’interno del centro storico e nel centro abitato immediatamente a ridosso del medesimo. Coloro che abbiano necessità di bruciare residui vegetali provenienti da fondi situati dentro al centro storico, potranno avanzare richiesta scritta al Sindaco di Vallebona che valuterà se concedere l’autorizzazione in deroga sopra citata, specificando le prescrizioni da seguire. Su tutto il territorio comunale e’ vietato accendere fuochi nei giorni festivi. E’ assolutamente vietata la combustione di materiali o sostanze diverse da sterpaglie e dagli scarti vegetali. Tale fattispecie di illecito sarà sanzionata ai sensi dall’art. 256 bis del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.; Nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalla Regione, e resi noti dal Comune con apposita pubblicazione all’Albo Pretorio informatico e mediante affissione alle bacheche comunali , la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata. E’ d’obbligo per tutta la cittadinanza, prima di accendere fuochi, svolgere accurata verifica che escluda di essere in “periodo di massimo rischio incendi boschivi”. I cittadini proprietari (o equiparati) di immobili e terreni che confinano con strade pubbliche ( c.d “FRONTISTI”) devono mantenere pulita la linea perimetrale di confine effettuando il taglio e/o la potatura di piante, siepi e rami radicati sui propri fondi qualora si protendano oltre i propri confini, rischiando di provocare restringimenti della carreggiata, limitazioni della visibilità, e pericoli per l’incolumità pubblica. Agli stessi soggetti è imposta la rimozione dei detriti caduti sul suolo pubblico. I frontisti di strade vicinali, ritani, sentieri e canali di scolo delle acque, devono provvedere alla loro pulizia ed effettuare ogni azione necessaria a garantirne la messa in sicurezza, provvedendo in particolare allo sfalcio dell’erba nel lato adiacente la propria proprietà e alla pulizia dei depositi di materiale inerte trasportato nel tempo. AVVISA che, IN ALTERNATIVA alle modalità di smaltimento sin qui descritte, tutti i cittadini residenti nel Comune di Vallebona hanno la facoltà di conferire, gratuitamente, i residui vegetali trasportandoli presso il centro di raccolta rifiuti situato nel Comune di Camporosso, dal Lunedì al Venerdì dalle 8:30 alle 11:00 e dalle 14:00 alle 16:00. Per effettuare il conferimento è necessario esibire un documento di identità. Per ulteriori informazioni contattare gli Uffici Comunali.

Ai trasgressori della presente ordinanza, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, saranno applicate le sotto elencate sanzioni:
SANZIONE AMMINISTRATIVA DA € 100,00 A € 600,00.
PAGAMENTO IN MISURA RIDOTTA : € 200,00.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.