Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, nell’auto diretta in Francia nascondeva undici migranti: polizia arresta passeur afghano foto

Più informazioni su

Ventimiglia. La scorsa notte la polizia di Frontiera ha arrestato Dost M., afghano 27enne in possesso di regolare permesso di soggiorno rilasciato a Udine, per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. A bordo della propria auto, un’Audi station wagon, lo straniero nascondeva, stipati come bestie nel bagagliaio e nel retro della vettura a cui erano stati tolti i sedili, undici migranti di nazionalità afghana e gambiana tra cui tre minorenni, che lo avevano pagato con la speranza di oltrepassare il confine e raggiungere la Francia.

Il servizio, predisposto dal dirigente della Polizia di Frontiera dottor Martino Santacroce, e finalizzato alla repressione del traffico di esseri umani, ha visto l’impiego di ben tre pattuglie.

Gli agenti hanno visto arrivare, nelle ore più buie della notte, un’auto con targa straniera viaggiare con andatura “insolita” per il peso del carico trasportato. I poliziotti hanno così iniziato ad inseguire la vettura, allertando anche i colleghi di altri pattuglie che hanno predisposto un posto di blocco e intimato l’ALT al conducente dell’auto, prima che questi potesse proseguire per la Francia.

Malgrado la sorpresa, l’uomo seduto al lato passeggeri è riuscito a fuggire mentre l’autista, ha cercato di scappare utilizzando la portiera per colpire gli agenti: non riuscendo nel suo intento, ha continuato a opporre forte resistenza scagliandosi contro i poliziotti. Messo in sicurezza il “passeur” , gli agenti hanno aperto la vettura e nel vano bagagli hanno trovato i migranti. Uno di loro, in grado di esprimersi alla meglio in lingua francese, ha dichiarato di essere stato contattato, nei pressi del fiume dove si trovava, da alcuni stranieri che, unitamente agli altri stranieri, lo avevano accompagnato in un piazzale in attesa che arrivasse l’auto che li avrebbe condotti in Francia. Per il viaggio venivano richieste somme che, dopo una sorta di “contrattazione” si concordavano in 150 euro per passeggero.

Il passeur arrestato si trova ora nel carcere di Imperia a disposizione della autorità giudiziaria. Gli altri stranieri, invece, sono stati lasciati liberi sul territorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.