Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, l’istituto Fermi a Entracque: visita alla centrale idroelettrica e ciaspolata nel bosco foto

La centrale idroelettrica di Entracque è la più grande in Italia e la seconda in Europa

Ventimiglia. Non c’è due senza tre. Lunedì scorso tutti gli studenti del Fermi hanno potuto visitare l’interessantissima centrale idroelettrica di Entracque. Le classi partecipanti dell’Istituto Tecnico per Geometri -Cat . I ragazzi di quinta e seconda del corso “Costruzioni, Ambiente e Territorio”-Cat hanno infatti impegnato la giornata di lunedì 26 marzo in un’attività di Alternanza Scuola Lavoro davvero interessante: accompagnati dai professori delle materie tecniche Rebaudo, Lenzi, Positano e Timm, si sono recati ad Entracque, in Piemonte, dove hanno impegnato la mattinata con la visita guidata alla centrale idroelettrica “Einaudi” ed il pomeriggio con una ciaspolata nella neve nei dintorni del centro faunistico “Uomini e Lupi”, accompagnati da una guida escursionistica.

La centrale idroelettrica di Entracque è la più grande in Italia e la seconda in Europa, formata da 3 distinti bacini idroelettrici, 2 artificiali (Chiotas e Piastra) e uno naturale (lago Rovina). La strategicità di tale impianto risiede nel fatto che nel giro di tre minuti è possibile attivare la produzione di importanti quantitativi di energia elettrica, questa caratteristica è fondamentale per la regolazione della disponibilità di energia elettrica presente in rete.

I ragazzi, resi consapevoli degli aspetti tecnici più significativi, grazie all’esauriente spiegazione della guida del Centro Enel e alla visione di filmati dell’epoca di costruzione, con gli elmetti di protezione ed a bordo di un trenino elettrico, hanno potuto visitare l’interno della centrale e visitarne la zona degli impianti turbina – alternatore, dove l’energia cinetica dell’acqua proveniente dai bacini di alta quota si trasforma in energia elettrica. Gli alunni si sono mostrati impressionati dalle dimensioni della centrale ed interessati alle spiegazioni della guida.

Dopo pranzo, favoriti dal bel tempo, si è andati alla scoperta della natura geomorfologica del territorio circostante, accompagnati da una guida escursionistica armati di ciaspole, ci si è addentrati nel bosco innevato circostante il centro faunistico “Uomini e Lupi” dove l’accompagnatore ha spiegato agli allievi la flora, la fauna e la geomorfologia dei luoghi. Una giornata impegnativa ma ricca di esperienze significative, come l’incontro con uno dei lupi ospitati dal centro. La dirigente scolastica Antonella Costanza si congratula con i professori per la lodevole iniziativa nel campo dell’alternanza scuola-lavoro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.