Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, Giovanni Novello consegna a Ioculano la terza edizione del bilancio Legacoop

"Questa ormai tradizionale consegna del bilancio sociale non è un semplice incontro. Rappresenta un momento che conferma la trasparenza, credibilità e attaccamento al territorio del movimento cooperativo"

Ventimiglia. Il coordinatore di Legacoop Liguria a Imperia, Giovanni Novello, ha oggi consegnato al sindaco Enrico Ioculano, la terza edizione del bilancio sociale di Legacoop a Imperia.

”La cooperazione della provincia di Imperia rispecchia lo spirito e il carattere degli uomini e delle donne radicati al territorio: lavora alacremente e sovente senza chiedere aiuto a terzi, creando sviluppo e occupazione – ha spiegato Novello al sindaco – elementi che trovano conferma nel bilancio sociale Legacoop Imperia che è il primo a riportare una comparazione su un triennio ( 2014 – 2016) riguardo ai dati occupazionali, al valore della produzione e alla composizione della base sociale. Permettendo un’analisi completa e chiara”.

Il bilancio sociale è uno strumento che ha le sue origini nell’intenzione di rendicontare le ricadute dirette e indirette che l’attività imprenditoriale ha sul territorio di Imperia sia dal punto di vista occupazionale che di altri fattori a partire dalla sostenibilità ambientale.
”Questa ormai tradizionale consegna del Bilancio Sociale – ha sottolineato Enrico Ioculano, sindaco di Ventimiglia – non è un semplice incontro. Rappresenta un momento che conferma la trasparenza, credibilità e attaccamento al territorio del movimento cooperativo. Un movimento che nelle nostre zone mette insieme competenze e professionalità differenti, ecco perché il ruolo di Legacoop è fondamentale per creare una rete capace di dialogare costantemente con amministrazioni comunali come la nostra”.

Dal 2015 al 2016 il fatturato è salito da 53 milioni a quasi 58 milioni, nel triennio l’aumento è stato del 17%. Buone notizie anche dall’occupazione che dopo una flessione tra il 2014 e il 2015, ha visto un’ottima ripresa nel 2016.
”Dal mondo del sociale a quello dei servizi alle imprese, dalla pesca al turismo e cultura, dall’agroalimentare alle cooperative di comunità – ha illustrato Giovanni Novello – tutte le cooperative hanno prodotto, nel periodo 2014-2016, un valore della produzione, di anno in anno, sempre maggiore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.