Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Face’arts in mostra al Forte Santa Tecla

E' un progetto itinerante che ha l'obiettivo di rapportarsi, dal punto i vista culturale e turistico, con la città e il suo territori

Sanremo. Dal 26 maggio al 10 giugno al Forte Santa Tecla si terrà Face’arts.

Il vernissage, che si terrà il 26 maggio, aprirà le porte ai visitatori alle 19. Durante la serata, oltre ad ammirare le opere dei tanti artisti che hanno partecipato tra pittura e scultura si alterneranno anche le performance di Antonella Turci (Face to Face) e di Marta Lavaneziana (bodypaint) con l’artista Chiara Mazzocchi.

Durante il vernissage sarà possibile anche degustare dei prodotti tipici della Liguria, in quanto l’evento non si propone soltanto di promuovere l’arte tout court ma anche il territorio stesso. Gli artisti che parteciperanno all’evento provengono da tutto il mondo come dalla Siria, dalla Polonia, dall’Austria, dal Messico e dal tutto il territorio italiano.

Face’arts è un evento internazionale d’arte contemporanea, finalizzato alla promozione e alla valorizzazione dell’arte contemporanea, con l’intento di creare un contenitore itinerante, dove si intrecciano scultura, pittura, fotografia e spesso anche danza, letteratura, musica, performance live e istallazioni. Proprio per questo Face’arts è un evento totale e totalizzante.

Ogni anno si tiene in una regione d’Italia diversa, prestando molta cura agli spazi di pregio e suggestivi che vengono scelti per il suo allestimento. Tale evento ha avuto modo di poter fare il suo ingresso anche a Matera (Capitale Europea della Cultura) all’interno dell’ex ospedale San Rocco ed è stata curata e gestita dal Mibact, Polo museale Basilicata. Ma Face’Art ha fatto tappa anche a Verona, nella chiesa di Chiesa di San Pietro in Società Belle Arti di Verona, a Merano nella splendida location del Kuraus, a Bologna all’interno della Galleria Farini, a Senigallia nella Rocca Roveresca e in altri luoghi di pregio d’Italia.

Face’Art è un progetto itinerante che ha l’obiettivo di rapportarsi, dal punto i vista culturale e turistico, con la città e il suo territorio, riproponendosi di portare l’arte italiana all’estero tramite l’eco mediatico dell’evento che, come si verifica annualmente per ogni sua edizione, si estenderà in tutta Italia e verrà proiettato anche in ampi contesti internazionali. L’obiettivo del progetto è unire e valorizzare tutte le forme d’arte e della cultura sostenendo e promuovendo artisti di qualità. Ma il suo scopo è anche quello di dare un risalto impattante a regioni, città e Comuni italiani che ospitano l’evento stesso.

Face’arts vuole educare all’arte in location non sempre utilizzate per mostre d’arte. Altro fondamentale intento è far interagire il territorio con l’arte stessa, convogliando in una sola Città di altissimo prestigio tanti artisti provenienti da tutto il territorio internazionale, offrendo loro anche le peculiarità del luogo che ospita il progetto. Insomma, l’arte si sposa con il territorio e le sue specialità. E’ un progetto compelsso che unisce artisti selezionati dalla dott.ssa Mary Sperti e dal prof. Nuccio Mula docente universitario di Teoria della Comunicazione e Fenomnologia dell’arte, scrittore, giornalista, socio dell’associazione internazionale critci d’arte e critici letterari dell’international P.E.N Club. Face’arts si prefigge, con un tratto distintivo, di divulgare La Cultura di qualità in tutte le sue forme espressive, coinvolgendo persone di ogni età, catturandole emotivamente e stimolando, in ultima analisi, l’arricchimento individuale e collettivo.

Ospite del venrissage Reinhard Auer professore di Filosofia e Regista di Teatro. Vive a Vienna e lavora a livello internazionale, attivista culturale e membro dell’istituto teatrale internazionale di Parigi. Delegato austriaco al Congresso Teatro Mondiale, ha ricevuto la croce d’onore per la scienza e per l’arte.

In collaborazione con l’evento anche il prof. Nuccio Mula. Nato ad Agrigento il 31. 03. 1956, residente in Agrigento, Maturità Classica con 60 / 60, Laurea Magistrale in Arti Visive e Discipline delle Arti e dello Spettacolo con 110 / 110 e lode, ha iniziato ad insegnare in Accademia di Belle Arti già nel 1975, cattedre di Teoria e metodo dei mass-media e di Letteratura contemporanea italiana ed internazionale; e dal 2004, presso l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, insegna Teoria e metodo dei mass-media, Storia dei media, Filosofia dell’Immagine, Teoria della Percezione e Psicologia della Forma, Fenomenologia delle Arti Contemporanee (nel percorso di laurea triennale) nonché Fenomenologia dell’Immagine (nel biennio specialistico e nei P.A.S. per le discipline artistiche).

Nel giugno 2014 ha raggiunto i 45 anni di attività. Scrittore, giornalista dal 1969 (appena tredicenne), poeta, saggista, critico, operatore culturale, conferenziere, progettista nell’editoria multimediale, Nuccio Mula è Presidente dell’Associazione Scrittori e Artisti Agrigentini, da lui fondata, e qualche anno fa è stato anche ammesso al prestigioso Ordine Nazionale Autori e Scrittori, secondo agrigentino dopo Luigi Pirandello (che ne fu anche Presidente); inoltre è Socio del Sindacato Nazionale Scrittori e del Sindacato Libero Scrittori Italiani, ed è, ormai da diversi anni, il rappresentante ufficiale dell’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, presso l’autorevole Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica ed Istituzionale.

Ha pubblicato sei raccolte di liriche, riduzioni di testi teatrali, poemi monotematici, copioni di “theatrum philosophicum”, commenti di opere multimediali anche in supporti informatici, volumi di paremiologia e linguistica dedicati alla terra di Sicilia; più di trecento saggi di critica d’arte, sociologia, critica letteraria, massmediologia e comunicazione in genere, etica e cultura visuale, nonché un migliaio di articoli su quotidiani e periodici italiani ed esteri quale opinionista, elzevirista ed osservatore di fatti ed eventi culturali e di costume; come critico letterario e d’arte internazionale, da sempre si è anche interessato e tutt’oggi si occupa di molti autori ed artisti, anche a livello mondiale, con prefazioni, interventi e saggi su cataloghi e riviste internazionali di filosofia e d’arte.

Socio del Centro Siciliano di Studi Preistorici e Protostorici e di numerose Accademie italiane ed estere è, inoltre, uno dei pochissimi italiani chiamato a far parte di vari sodalizi di prestigio mondiale, come il MENSA International, l’International P.E.N. Club e due autorevolissimi Ordini professionali aderenti all’UNESCO, l’Associazione Internazionale Critici Letterari e l’Associazione Internazionale Critici d’Arte; ed è, da anni, anche Componente dell’Associazione Italiana Docenti Universitari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.