Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, Angela Bobice riconfemata segretario generale del Siulp foto

Dopo aver espresso la sua grande soddisfazione per essere stata rieletta, ha voluto sottolineare le priorità territoriali in termini di legalità e sicurezza e gli aspetti più importanti del suo futuro impegno a livello sindacale. Su tutti, spicca il tema dell'immigrazione

Più informazioni su

Imperia. Angela Bobice, 53 anni, ispettore superiore della Polizia di Stato, segretario generale uscente del Sindacato unitario dei Lavoratori di Polizia della provincia, è stata riconfermata al vertice dell’organizzazione sindacale. La nomina, giunta al termine dell’VIII Congresso del Siulp, svoltosi questa mattina presso la Sala Multimediale della Camera di Commercio, ha raccolto l’unanimità dei voti. Nel corso della giornata congressuale, oltre al Segretario generale Bobice (giunta al suo secondo mandato), sono stati eletti membri della Segreteria provinciale del Siulp (in ordine alfabetico): Omero Campesi, Daniela Grande, Claudio Rossi e Maurizio Viazzi.

Ai lavori hanno partecipato, oltre alle autorità provinciali, il segretario generale nazionale del Siulp, Felice Romano.

Angela Bobice, dopo aver espresso la sua grande soddisfazione per essere stata rieletta, (nomina giunta a compimento del 37° anniversario del Siulp) ha voluto sottolineare le priorità territoriali in termini di legalità e sicurezza e gli aspetti più importanti del suo futuro impegno a livello sindacale. Su tutti, spicca il tema dell’immigrazione.

«Il fenomeno migratorio da anni costituisce una delle principali attività sulla quale il sistema “sicurezza” della provincia di Imperia è duramente impegnato – ha detto – A tutt’oggi, continuano le aggregazioni di decine di uomini e donne delle diverse Forze di Polizia e di ogni ordine e grado, che a cadenza quindicinale “ruotano”, per garantire la gestione del fenomeno, concentrato soprattutto a Ventimiglia. Fenomeno sul quale si sono intanto spenti i riflettori, ora puntati su Bardonecchia, come se la problematica non riguardasse più le aree di confine delle Alpi Marittime».

«Il nostro impegno, quindi – ha puntualizzato Bobice – sarà soprattutto rivolto ad evitare il perdurare di scelte-tampone che ingessano l’apparato sicurezza. Prova ne è il fatto che in alcune giornate su tutto il territorio provinciale non vi è nessuna pattuglia della stradale e neppure nessuna volante, tutte impegnate nella trattazione di casi di migranti che tentano in vario modo di superare il Confine nascosti a decine nei vani degli autoarticolati».

Angela Bobice ha infine espresso la necessità di «sostenere una programmazione per la gestione del comparto sicurezza a livello provinciale con dotazioni di risorse rispondenti a tutte le esigenze, oltre che a fronte di un fenomeno quale l’immigrazione, destinato a durare nel tempo».

Nel corso dei lavori è stato ricordato l’impegno del Siulp a fianco del mondo confederale ed in particolare della CISL Imperia Savona con la quale da anni sussiste un rapporto di collaborazione ritenuto «di ottimo livello funzionale».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.