Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Casano tra i sette candidati sindaci: “Imperiesi mi fido di voi”

Oggi in diretta ai microfoni di R24Radio ha confermato la bontà della sua scelta

Imperia. A due mesi esatti dall’esito della consultazione elettorale, Imperia ha presentato il suo settimo (!) candidato alla poltrona di Sindaco. Ultimo in ordine di tempo è Lucio Sardi, proposto da Sinistra italiana e Liberi e uguali, una decisione che frammenta ancor più il fronte della sinistra la quale difficilmente a questo punto potrà confermare i due consiglieri comunali uscenti dell’amministrazione Capacci.

Rifondazione e Potere al popolo infatti hanno già indicato Maria Sepe quale loro candidata, decretando così la fine del progetto Imperia Bene Comune. Ma su Sardi potrebbe anche pendere un problema di eleggibilità: lui è membro del cda di Go Imperia, una società interamente pubblica e controllata dal Comune, e secondo qualcuno il decreto Madia gli impedirebbe di fatto la corsa alla poltrona di primo cittadino.

Come già si sa, oltre a Sardi e Sepe, in ballo ci sono Abbo sempre in area sinistra-centro, Maria Nella Ponte per il M5S, Claudio Scajola e Luca Lanteri nell’area centro-destra, e Alessandro Casano ex Fratelli d’Italia.

Oggi in diretta ai microfoni di R24Radio Casano ha confermato la bontà della sua scelta. “Sono ben consapevole che come candidato indipendente rischio anche di rimanere fuori dal Consiglio comunale – ha detto –, ma io ho una dignità e dei principi ben saldi. Non potevo accettare, e come me anche quelli che sono stati con me in FdI sino a poche settimane fa, che mi venisse imposto il nome di Luca Lanteri come candidato ufficiale del centrodestra, lui che solo tre anni fa aveva fatto campagna elettorale per la Paita contro Toti alle regionali”.

“Qualcuno pensava che per ripicca mi sarei schierato con Claudio Scajola, ma io mi sono fatto la mia lista che presenterò questo venerdì, pronto a dare il via ad una campagna elettorale che per forza dovremo costruire con i nostri mezzi e con tanta buona volontà. Non possiamo pensare di competere con lo strapotere del centrodestra ma voglio sperare che gli imperiesi non si facciano abbagliare da lustrini e paillettes, e dalle comparsate di ex ministri (Maurizio Lupi) o da esponenti a livello nazionale come la Gelmini e tutti quelli che seguiranno a ruota”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.