Bordighera, la funzione pubblica Cgil su privatizzazione ospedali del ponente ligure

"Riscontriamo un ritardo notevole della Regione anche sul processo di stabilizzazione dei lavoratori precari del sistema sanitario, tema sul quale quasi tutte le altre regioni hanno già stipulato accordi specifici"

Più informazioni su

Bordighera. Scrive Fulvia Veirana, segretaria generale funzione pubblica Cgil Liguria.

“Si è appena concluso l’incontro fra Regione ed Organizzazioni Sindacali sulla privatizzazione degli ospedali del ponente ligure.
Confermando la nostra ferma contrarietà alla scelta della Regione di affidare a privati la gestione dei presidi di Bordighera, Albenga e Cairo Montenotte, abbiamo evidenziato la gravi carenze che mostra il bando nelle tutele dei lavoratori dei tre Ospedali. La Regione si è impegnata a stipulare un accordo specifico che tenga conto delle necessità di tutti i lavoratori dipendenti dalle Asl 1 e 2 coinvolti, loro malgrado, in questo processo.

A seguito dei nostri molteplici solleciti di questi ultimi mesi sulle carenze di organico in tutto il servizio sanitario regionale, l’assessore ha comunicato di aver autorizzato le Asl ad assumere il personale. Pur ritenendo ancora insufficienti gli investimenti sul personale da parte del Regione, ci auguriamo che tempestivamente le aziende sanitarie procedano alle assunzioni.
Riscontriamo un ritardo notevole della Regione anche sul processo di stabilizzazione dei lavoratori precari del sistema sanitario, tema sul quale quasi tutte le altre regioni hanno già stipulato accordi specifici”.

Più informazioni su