Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Area24, disastro parcheggi: pronto un bando per esternalizzare la gestione fotogallery

Ieri l'incontro tra il sindaco Alberto Biancheri e il Cda. Situazione finanziaria che rimane "delicata"

Sanremo. La situazione di Area24 continua ad essere “delicata”, come riferiscono dal Cda della società nata per trasformare l’ex sedime ferroviario nella ciclabile più bella d’Europa e finita in un mare di guai finanziari dai quali fa fatica a risollevarsi.

Dopo che nei mesi scorsi è stato chiesto un ulteriore sacrificio ai Comuni che si sono dovuti prendere in carico i rispettivi tratti di pista ciclopedonale, la partecipata del Comune di Sanremo (al 40%), Filse (la finanziaria della Regione) e banca Carige sta predisponendo un piano per mettere a gara la gestione dei propri parcheggi.

Dopo l’esperienza costata un contenzioso da svariati milioni con la Quick No Problem Parking, alla quale Area24 aveva affidato la gestione prima di riprendersela e sciogliere il contratto che sarebbe dovuto durare 12 anni, si prospetta un ritorno al passato con l’affidamento dello stesso servizio a soggetti terzi.

Operazione che si renderebbe necessaria visto che alcuni tra i più importanti parcheggi sono di fatto abbandonati quando invece altri attendono ancora di essere terminati, come il cantiere Millenium di Arma e i box ad Ospedaletti. Basta fare un salto in due degli “Area24 Parking” della città dei fiori, posizionati in zone strategiche, vicino alle spiagge di Bussana e corso Marconi, per rendersene conto.

Sbarre alzate, ticket mancanti e uscite automatiche. Un servizio che ha tendenzialmente bassi costi di gestione e possibilità di dare un gettito importante per le casse dell’ente pubblico-privato (a Sanremo i parcheggi scarseggiano) non viene sfruttato e tantomeno pubblicizzato: il sito web www.area24spa.it rimanda ad un “inaspettato errore”.

Ma ci sono problemi più importanti a cui fare fronte. Questa è la traduzione delle bocche cucite degli amministratori del Cda guidato da Giancarlo Ghinamo e del sindaco, dopo l’incontro di ieri a palazzo Bellevue nel quale si è discusso della situazione finanziaria e del concordato preventivo pendente in tribunale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.