Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, prima fa sesso con lei e poi la rapina: polizia denuncia nigeriano

Ad intervenire sono stati gli agenti del commissariato di Ventimiglia

Sanremo. Un cittadino nigeriano di 32 anni, titolare di un permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato indagato dalla Polizia di Stato per rapina aggravata ai danni di una 22enne sua connazionale con la quale aveva appena consumato un rapporto sessuale, in un albergo di Sanremo, dietro il pagamento della somma di 300 euro.

Il nigeriano e la ragazza si conoscevano già e avevano avuto anche rapporti sessuali, testimoniati dalla circostanza che la vittima aveva già ricevuto in “dono” dal suo aggressore un telefono cellulare. Tuttavia, come emerso dalla ricostruzione dei fatti ad opera della Polizia di Stato, questa volta l’uomo ha preteso molto di più che consumare l’atto sessuale. Infatti, dopo aver pagato quanto pattuito, all’uscita dell’albergo tra i due è iniziata una violenta colluttazione fisica e verbale, sedata solo grazie all’intervento della Polizia Locale di Sanremo.

Purtroppo, dato il rifiuto della donna di sottoporsi a visita medica e di querelare l’aggressore, i vigili non hanno potuto trattenerli, non comprendendo appieno – date le difficoltà linguistiche – quanto era accaduto.
Il giorno successivo i due si sono incontrati nuovamente, a Ventimiglia, nella centrale via Cavour, e ancora una volta hanno litigato energicamente.

L’area cittadina è fortemente e continuamente presidiata dalle Forze dell’ordine, impegnate nel dispositivo di vigilanza dispiegato dal questore di Imperia Cesare Capocasa. In pochi istanti è intervenuta una pattuglia della Polizia Locale che ha separato i due contendenti e li ha accompagnati negli uffici del commissariato di pubblica sicurezza della città di confine.
Solo con l’ausilio di un interprete capace di tradurre il particolare dialetto parlato dalla vittima gli agenti della Polizia di Stato sono riusciti finalmente a comprendere quanto accaduto la sera precedente. Infatti è emerso che la ragazza – dopo essere uscita dall’albergo – era stata rapinata proprio dal suo “cliente” sia del telefono cellulare che dei soldi, rinvenuti ancora indosso al 32enne nigeriano.

Trasportata in ospedale per accertamenti sanitari, i medici del punto di primo soccorso dell’ospedale di Bordighera hanno stabilito una prognosi di otto giorni per la ventiduenne nigeriana, riferita a traumi patiti ai polsi ed alle mani.
Il nigeriano è stato quindi denunciato dalla Polizia di Stato per il reato di rapina aggravata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.