Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, l’incontro di Uil Pa e Gianni Berrino alla casa di reclusione

L’assessore ha preso atto delle criticità denunciate dal personale presente

Sanremo. Ieri mattina, una delegazione regionale della Uil Polizia Penitenziaria e l’assessore regionale Gianni Berrino, hanno fatto visita al personale della casa di reclusione. A darne notizia è Angelo Mazza, vice segretario regionale che aggiunge: “un incontro con il personale in forza a questo istituto, grazie all’accurato lavoro fatto dalla segreteria provinciale che ha voluto far constatare da vicino l’emergenza reclamata nel tempo, dai quadri sindacali territoriali“.

“Dall’incontro è emerso – dichiara Mazzala frustrante percezione di abbandono che avvertono i polizia, perché costretti ancora oggi, a dover lavorare in condizioni precarie rispetto a quelle che dovrebbero essere le normali condizioni lavorative in un settore specifico e delicato come un istituto di pena anche se l’emergenza terrorismo e la conseguente radicalizzazione all’interno delle carceri, richiede una maggiore attività di prevenzione, di modernità e di nuove normative in materia. La realtà lavorativa attuale invece ci regala una fotografia diametralmente opposta rispetto a tutti gli interventi necessari”.

“C’è bisogno di maggiore sicurezza per il poliziotto, che consenta di rendere più efficace ed efficiente, l’attività di trattamento, di prevenzione e vigilanza. Il diritto soggettivo – conclude
Mazza – è una prerogativa che non può e non deve passare in secondo piano, perché è sacrosanto per ogni lavoratore per cui, non è accettabile che ancora oggi, ci siano agenti
costretti a lavorare in strutture che non consentono adeguata sicurezza poiché soli in sezione al cospetto di 60 detenuti circa. Bisogna puntare su automatizzazione e incremento del personale cosa quest’ultima falcidiata dalla recente rimodulazione dell’organico fatta dall’amministrazione. Non a caso oggi, a presenziare e ad accompagnare la Uil , come segno di vicinanza e ascolto vi è stata la gradita partecipazione dell’assessore alla Regione Liguria Gianni Berrino per verificare con mano le stesse criticità e preoccupazioni che da tempo la Uil continua a denunciare.

L’assessore ha preso atto delle criticità denunciate dal personale presente, ha visitato un padiglione detentivo di recente apertura, ed ha garantito impegno e vicinanza affinché le predette problematiche non rimangano inascoltate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.