Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, il consigliere Baggioli in disaccordo davanti alle scelte di Palazzo Bellevue

La dichiarazione a seguito del consiglio comunale di ieri sera

Sanremo. “Dopo uno spassoso Consiglio Comunale svoltosi ieri sera a “Palazzo” nel corso del quale quel cattivone del consigliere comunale Simone Baggioli ha formulato una scottante interrogazione focalizzata sui costi degli incarichi esterni dati a professionisti (880.000 euro), il Sindaco, in apparente difficoltà, non ha saputo rispondere ai motivi che hanno indotto a conferire, ad esempio, un incarico professionale per il rilevamento dei blocchi anti-terrorismo per €. 8.300,00 o ancora meglio, ad incaricare la CONTECO srl per la gestione di 103 “piani casa” per €. 11.712,00 (un po’ pochino direi). Quest’ultimo incarico, esternalizzato con determinazione dirigenziale n. 767 del 13 marzo, ahime, non tratta (almeno sulla carta) i “piani casa” come promosso dallo stesso Sindaco sui media, bensì il project financing che ha giustificato lo sgombero illegittimo dei cantieri navali sul porto vecchio. 

Il Sindaco, nella suo confusionale risposta, evidenziava come quegli incarichi fossero una conseguenza della “diminuzione forzata” delle risorse umane (per le note vicende).  Circostanza che però andava a cozzare con la richiesta dell’ “ancor più cattivone” consigliere Baggioli, protocollata 10 giorni prima del consiglio e rimasta (a pensar male a volte ci si azzecca) senza alcuna risposta da parte del neo Segretario Generale. L’oggetto di tale missiva riguardava la situazione lavorativa delle posizioni C, D e Dirigenti dall’inizio dell’amministrazione Biancheri ad oggi, passando per tutte le “tappe” di questo “governo del benessere”.

Anche i cantieri navali erano oggetto di trattazione. Non entro nel merito di quanto il “cattivone” ha dovuto subire in questi giorni ma, a parte gli insulti e le minacce a titolo gratuito, il tema ha evidenziato alcune situazioni che dovranno sicuramente essere analizzate e sviscerate con la massima attenzione.

Ma l’odierna mattina è caratterizzata da un fatto ancor più grave. Vi ricordate il P.U.C.? Quello fatto dall’amico architetto di Biancheri, quel Luca Emanueli che ha lavorato mesi, mesi ed ancora mesi per poi partorire questo documento straordinario, fighissimo, che avrebbe rivoluzionato l’economia della Città, portando alla ribalta (a detta sua) Imprese Edili, Ingegneri, Architetti, Geologi, Geometri, Avvocati, Commercianti, Artigiani, Dipendenti, cittadini e turisti (spero di non essermi dimenticato nessuno!). Ebbene! I giornali, stamattina, esultano anche loro le varie vicissitudini, ma a modo loro: “La Regione stoppa il PUC, Tutto il Piano da rivedere…. ben 151 osservazioni…”. Addirittura vengono osservati 8 punti di “non conformità alla generale normativa in materia urbanistico-edilizia”…

Il tanto acclamato, stimato e meritevole Ex Assessore Emanueli ha, probabilmente, anche lui, sbagliato. Molti, al tempo della presentazione del documento in Consiglio, sollevavano perplessità al Documento, anche il “cattivone consigliere” Baggioli che, ascoltando (ripeto, ascoltando) le indicazioni di tecnici e professionisti operanti sul territorio comunale (e non provenienti dall’Emilia) evidenziava, invano, le perplessità.
Conclusione: PUC, questo sconosciuto!

 Insomma, molti sono i dubbi e infinite le perplessità. Se poi analizziamo la questione Tribunale: la vendita di un edificio centralissimo, valutato venti milioni e ceduto a meno della metà, ad un passo dal Portosole, piena vista mare e ad un metro dalla ciclabile. Insomma! Due perizie di valutazione: una prima redatta dagli uffici comunali, una seconda redatta dall’attuale presidente di Amaie.  Ora, e concludo, le problematiche appaiono molte e di difficile risoluzione; molti gli insuccessi: Tribunale, PUC Project, Financing,  Porto e porti, Raccolta Rifiuti, The Mall, Rivieracque, Impianto fognario cittadino, Incarichi esterni,Contenziosi e cantieri navali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.