Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremese, Bersano vuole lasciare la società? Marco Del Gratta: “Tra noi ottimi rapporti, accetterei le sue scelte” foto

Interviene il patron biancoazzurro che condivide la guida della società con il presidente e Dino Miani

Sanremo. Il presidente Renato Bersano potrebbe lasciare la società biancoazzurra a fine stagione? Questa è la domanda che sta circolando, da alcuni giorni, nell’ambiente sportivo e tra i tifosi biancoazzurri che, secondo indiscrezioni di stampa, vorrebbe Bersano, l’autore della rinascita calcistica della squadra della città dei fiori, intenzionato a lasciare a fine stagione, forse per approdare alla guida dei cugini imperiesi.

La notizia era e rimane un’indiscrezione, non smentita ma che porta alla presa di posizione di Marco Del Gratta, socio insieme a Dino Maini del club matuziano, che ha accettato di rispondere alle domande del nostro quotidiano.

Dissapori, stanchezza, cambio di prospettive… Le ragioni che potrebbero portare Renato Bersano a “mollare” a fine stagione possono essere diverse e solo lui può chiarirle. Ma davvero è un’ipotesi possibile?

“Ci tengo a precisare, onde evitare ogni tipo di fraintendimento, che i rapporti tra Renato e me sono ottimi. Noi abbiamo un patto che parla chiaro e che è basato sul principio riportare la Sanremese tra i professionisti. Percorso che oggi non sarebbe possibile se non fosse per il suo forte convincimento, che ha portato alla rinascita della squadra.

 

Detto questo potrei comprendere ogni altra scelta, ma mi auguro che il percorso possa continuare insieme.”

Perché secondo lei queste voci puntualmente coincidono con il calo che ha interessato la formazione di mister Costantino nelle ultime partite e che ha portato al sorpasso della diretta contendente, il Ponsacco?

“Non credo ci sia un collegamento diretto, ma sicuramente queste voci, per conto mio, dovrebbero essere maggiormente approfondite. Una cosa la voglio dire: qualsiasi fosse la scelta del presidente la accoglieremo a partire dalla riconoscenza che gli è dovuta. Sia chiaro che la società vuole ed è pronta a fare del suo meglio in qualsiasi situazione.

 

Aggiungo che se il presidente volesse invece continuare, magari con un assetto dirigenziale diverso – a questo punto tutto è possibile – sia io, e presumo anche Miani, saremmo disponibili a fare non uno ma dieci passi indietro per facilitare il suo percorso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.