Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Pesto patrimonio Unesco”, oggi tutta la provincia in piazza con il mortaio

Nel corso della mattinata in 28 Comuni ci si potrà sfidare nella preparazione del pesto seguendo la ricetta tradizionale

Imperia. Non solo basilico, aglio e pinoli. Il pesto è per la Liguria e i liguri molto più che un mero condimento. È storia, tradizione, patrimonio da difendere e valorizzare, in nome del quale oggi in tutta la provincia di Imperia si assisterà a un’inaudita “pestata” collettiva. Una mobilitazione significativamente intitolata “Firma e pesta” e lanciata sui social con l’hastag #orgogliopesto che punta a sostenere la candidatura del pesto quale bene culturale immateriale dell’umanità.

Alla fine del 2015 la Regione ha infatti presentato la domanda per ammettere l’antica tecnica al mortaio con cui l’ “oro verde” di Liguria è diventato famoso in tutto al mondo nella lista dell’Unesco. Attualmente la domanda, che punta a conquistare una nomina che premia non solo la ricetta in sé ma anche e soprattutto il suo valore storico e sociale, è ancora in corso di verifica presso il Comitato interministeriale italiano. Per sostenerne l’iter di accettazione, a corollario della “Settimana del pesto” che ieri nel capoluogo ha incoronato il genovese Emiliano Pescarolo Campione del mondo di pesto, nel corso della mattinata odierna su tutto il territorio regionale si susseguiranno eventi dove sarà possibile trovare e firmare moduli a supporto della candidatura.

Nell’Imperiese hanno aderito all’iniziativa promossa da Regione Liguria con Comune di Genova e associazione Palatifini, i Comuni di: Airole, Apricale, Aurigo, Bajardo, Borgomaro, Castel Vittorio, Castellaro, Ceriana, Cesio, Chiusanico, Chiusavecchia, Diano Arentino, Diano Castello, Diano Marina, Dolcedo, Imperia, Isolabona, Molini di Triora, Ospedaletti, Pieve di Teco, Pontedassio, Rezzo, Riva Ligure, San Lorenzo al Mare, Sanremo, Taggia, Triora e Vasia. 28 città unite in un solo sapore e in solo colore che testimonia quanto dietro al mortaio e al pestello c’è il sentimento popolare di un intero territorio.

E al riguardo, in ciascun Comune, il programma di “Firma e pesta” prevede una preparazione collettiva del pesto, seguendo la ricetta codificata sul finire dell’Ottocento da Giovanni Battista Ratto nella sua Cucina genovese. I partecipanti, prenderanno dunque “uno spicchio d’aglio, basilico (baxaicö)” e poi “prezzemolo, formaggio olandese e parmigiano grattugiati”, li mescoleranno insieme, vi aggiungeranno “dei pignoli” e infine “pest[eranno] il tutto in mortaio con poco burro finché sia ridotto in pasta”. Quanto ottenuto, si scioglierà “quindi con olio fine in abbondanza” e “unendovi un po’ di acqua calda senza sale” si potranno così condire “le lasagne e i gnocchi (troffie)”. L’evento è aperto a tutti, dai più piccoli ai più grandi, purché muniti di mortaio!

Ecco dove e quando si svolgerà la manifestazione nei Comuni della provincia di Imperia*:

Castel Vittorio. Presso la Sala Polivalente di via B. Caviglia 19,  a partire dalle 15 si potrò preparare il tradizionale pesto ligure e firmare per  sostenere  la candidatura del pesto  genovese al mortaio come patrimonio Unesco.

Imperia. In Calata Cuneo dalle 10.30 alle 12. Sarà presente lo chef Osvaldo Martini che svelerà i segreti e alcune curiosità sul pesto e la sua tradizione. Prenderà parte all’evento il Comitato San Giovanni con due cuoche d’eccezione: Tilde Banchero e Graziosa Bruletti, che da oltre 30 anni preparano il pesto fresco alla Festa di San Giovanni e che insieme ai cuochi di InejaFood, insegneranno a “pestare” con il tipico mortaio ligure. Hanno contribuito all’iniziativa i ragazzi della classe 3ª corso Periti Agrari dell’Istituto Ruffini di Imperia, Per chi non lo avesse, l’organizzazione metterà a disposizione dei mortai.

Pontedassio. Ritrovo nel cortile di palazzo Agnesi alle 11. L’evento, che prevede tanti gadget in regalo, è organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Proloco. Gli ingredienti per la preparazione del pesto saranno messi a disposizione dalla Regione, i partecipanti dovranno essere tuttavia muniti di mortaio Al termine, spaghettata tutti insieme.

Riva Ligure. Denominata “ArRiva il Pesto” la manifestazione per sostenere la candidatura del pesto genovese al mortaio a patrimonio Unesco si svolgerà dalle 10 alle 12 in via Matteotti. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare, portandosi il proprio mortaio.

Sanremo. Organizzato dal servizio attività produttive e mercati del Comune, la pestata collettiva si svolgerà dalle 10.30 alle 12.30 in piazza Borea d’Olmo. Durante l’evento ci si potrà sfidare nella preparazione del pesto portando con sé il proprio mortaio. Una sorta di “gara”, condotta dal giornalista Claudio Porchia, per decretare chi prepara il pesto più buono utilizzando gli ingredienti contenuti in un apposito kit fornito dalla Regione Liguria.

Taggia. A pestare in piazza, a partire dalle 10, in Viale della Rimembranza, ci saranno i giovani studenti dell’Istituto Alberghiero Arma di Taggia.
L’evento si concluderà con la degustazione del pesto prodotto dai ragazzi e un buffet con prodotti tipici locali.

Triora. Appuntamento dalle 10.30 nella piazza del borgo.

*Sono segnalati soltanto i Comuni che hanno segnalato l’evento facendo pervenire il loro comunicato stampa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.