Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo Ter Jumbo con 3 ore di ritardo, pendolari: “Ferrovie francesi da Terzo Mondo” foto

Non sono pochi i casi di disservizio da parte di Sncf

Più informazioni su

Ventimiglia. Non solo l’Italia è patria di disservizi e ritardi ferroviari. Sembra infatti che i nuovi treni Jumbo prodotti dalla Alstom e acquistati dalla Région Paca per il servizio regionale Ter non siano efficienti come da promesse. Lo testimonia il fatto che ieri sera i pendolari italiani di ritorno da Nizza e Monaco sono rimasti bloccati 3 ore sul treno a causa di un guasto, per poi arrivare a Ventimiglia a mezzanotte.

“Ieri sera a Monaco abbiamo preso il treno delle 20.05 per poter arrivare a Ventimiglia alle 20.50 – dichiara P.P, uno dei tanti pendolari che si recano ogni giorno per lavoro in Francia o nel Principato – il treno era in orario, ma durante il viaggio effettua una sosta di 10 minuti nella stazione di Mentone per poter consentire al treno in partenza da Ventimiglia di liberare il binario di arrivo perché con il rifacimento della stazione, Trenitalia ha limitato l’arrivo dei treni francesi a soli due binari”.

“Partiti da Mentone – continua Piera – il treno ha imboccato l’ultima galleria che precede la stazione di Ventimiglia ed un tratto dal finestrino abbiamo notato un flash emesso dal convoglio che di conseguenza si è fermato. Il controllore dopo alcuni minuti è venuto a dirci che il macchinista era sceso dal treno per constatare il danno e poter ripartire nel giro di 20 minuti. Peccato che da lì non ci siamo più mossi, il personale Sncf ha dovuto richiedere l’ausilio di un altro treno che si è posizionato dietro al nostro e ci ha praticamente spinto fino alla stazione di Ventimiglia arrivando poco dopo mezzanotte”.

Il controllore parlando con i passeggeri ha ammesso che i treni Jumbo sono stati acquistati a costo modesto dalla Regione Paca due anni fa per il rinnovo della flotta ferroviaria. Diversi pendolari infine lamentano il fatto che per coprire una distanza di circa 20km, il servizio ferroviario francese impieghi dai 35 ai 45 minuti, tempistiche a loro dire “Da terzo mondo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.