Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La storia dà spettacolo: domani a Taggia si alza il sipario sulla festa di San Benedetto foto

Uno degli appuntamenti più attesi dall'intero paese che, per evitare il picco di maltempo, debutterà circa due ore dopo l'orario consueto

Taggia. Tradizione, storia, cultura: dopo il rinvio di febbraio, domani, sabato 17 marzo, finalmente si alza il sipario sulla due giorni dedicata alla festa di San Benedetto. Uno degli appuntamenti più attesi dall’intero paese di cui, per evitare il picco di maltempo previsto nel pomeriggio, la suggestiva Rievocazione della Grande battaglia del 1625 debutterà alle 17.

Sfidando la pioggia, si partirà da piazza della Trinità per lo spettacolo che, tra colpi di cannone e rullare dei tamburi, ripropone al pubblico lo scontro che ebbero nel primo decennio del XVII il Ducato di Savoia e la Repubblica di Genova. Alla rievocazione prenderanno parte gruppi storici provenienti da Liguria, Piemonte e Lombardia che ridaranno vita alle antiche gesta dei condottieri con alabarde, archibugi e fucili. Non mancheranno gli Sbandieratori (sestiere Cuventu) e i Falconeri.

Considerato tra le 20 migliori manifestazioni italiane in costumi d’epoca, l’appuntamento avrà il suo culmine nella giornata di domenica con il corteo storico, formato dai musici, dai rappresentanti del Senato Genovese, dal vescovo di Albenga con la corte, quindi il gonfalone civico con scorta armata, il podestà, il priore, gli anziani nonché i nove rioni partecipanti e i gruppi storici. Come da tradizione si partirà da piazza del Colletto (tempo permettendo ore 15.30) e si proseguirà lungo i rioni San Dalmazzo, Bastioni, Ciazo, Orso, Confrarie, Pantano e San Sebastiano. La sfilata, dove tutti i figuranti indosseranno magnifici abiti del passato, culminerà in piazza Cavour con il gran finale e la premiazione.

La giuria della 38esima edizione dei Festeggiamenti in onore di San Benedetto Revelli sarà composta da cinque membri, personalità di rilievo del mondo dello spettacolo, del cinema e dell’arte a livello nazionale e non, tra cui, il critico e studioso Enzo Storico e la costumista Elisabetta Gnignera.

«L’edizione di quest’anno sarà speciale – commenta Valter Martini del Comitato organizzatore –. La manifestazione arriva infatti dopo due grandi perdite: quella di mio papà Ivo, tra i fondatori dell’evento e primo presidente del Comitato, e quella del penultimo presidente, Tommaso Arnaldi. A loro dobbiamo il successo che la festa di San Benedetto ha riscosso nel corso del tempo e riconoscere il merito di aver creato per la comunità di Taggia una manifestazione che puntava a rivalutare un piccolo centro storico proprio quando i centri storici andavano spopolandosi. Erano infatti i primi anni Ottanta e la loro impresa era guardata come un qualcosa di impensabile, avveniristico. Non erano poi dei letterati o dei professori, come si sarebbe potuto immaginare, erano semplici cittadini, chi commerciante, chi floricoltore, chi impiegato, ma tutti accomunati dall’amore che provavano per la comunità in cui erano nati e cresciuti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.