Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, Guardabascio e Tuozzo in “Credo in un solo padre”, film promosso dall’associazione “Senza rumore”

Un'opera cinematografica originale dal grande appeal internazionale

Imperia. “Credo in un solo padre”un film ispirato alle tematiche promosse dall’Associazione “Senza rumore”, un’opera cinematografica originale dal grande appeal internazionale grazie ad una squadra che coinvolge scuole, istituzioni, aziende e privati cittadini.Il cinema farà emergere storie taciute, le proietterà sul grande schermo e, come un macigno, il messaggio finale lavorerà sulle coscienze di chi, da troppi anni, è sordo alle richieste di aiuto.

“Credo in un solo padre” è il nostro manifesto che vogliamo rendere visibile a tutti, perché la partecipazione sociale passa anche attraverso questa meravigliosa forma d’arte che è il cinema, dove tutti i sensi possono risvegliarsi dinanzi al dolore altrui che urla per essere aiutato, perché diventi impossibile girarsi dall’altra parte e fingere che nulla succede, perché le pagine della cronaca raccontano vite spezzate, tumefatte, abusate e quando il grido di uno si unisce con quello di migliaia, diventa un tuono, un rumore giusto e colmo di speranza.

Scritto a quattro mani da Guardabascio e Tuozzo, questo film intende svelare la drammaticità di quelle mura domestiche che si traducono in un carcere dal quale diventa quasi impossibile liberarsi, un carcere fisico e interiore per donne e bambine che subiscono abusi sessuali da un uomo che dovrebbe amarle e proteggerle.

Contro queste prigioni ci muoviamo all’unisono e decisi, per dare aiuto, speranza e nuova libertà a coloro che ieri e oggi vivono un’esistenza di sopruso, ma anche per ricordare tutte le donne che da lassù, protagoniste silenziose, attendono giustizia per librarsi, finalmente, gioiose nell’etere.

“Credo in un solo padre” è ispirato alle troppe storie vere che racconta la cronaca, e a quelle che non parlano mai apertamente per mancanza di orecchie disposte ad ascoltare. Per loro, parliamo tutti, insieme.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.