Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Corso fiorito festeggia Sanremo “Città europea dello sport 2018” con i campioni del territorio foto

Domenica 11 marzo torna Sanremo in Fiore, l'evento che annualmente rinnova la tradizione del “Carnevale dei fiori” nato nella Belle Epoque

Sanremo. Domenica 11 marzo torna Sanremo in Fiore. Il tema scelto per la nuova edizione della sfilata dei carri che annualmente rinnova la tradizione del “Carnevale dei fiori” nato nella Belle Epoque, rende omaggio alla nomina di Sanremo a Città europea dello sport 2018.

Evento simbolo del calendario delle manifestazioni cittadine, il valore storico e culturale del Corso fiorito è stato anche recentemente riconosciuto dal Mibact che con decreto ministeriale lo ha inserito fra le più importanti “Manifestazioni carnevalesche storiche” d’Italia. «Un prestigio – dunque – per la nostra città», come sottolinea l’Amministrazione Biancheri, oltreché «motivo di forte orgoglioso. L’evento ha infatti un alto interesse promozionale su Sanremo grazie alla presenza delle telecamere della Rai, che ogni anno dedica a “Sanremo in fiore” uno speciale di Linea Verde, con riscontri notevoli in termini di audience, nonché al forte richiamo turistico che la manifestazione nel corso degli anni ha suscitato». Di edizione in edizione sono sempre migliaia, infatti, le persone che si recano a Sanremo per assistere alla sfilata, soprattutto turisti del Nord Italia ma anche del resto d’Europa, in particolare francesi ed inglesi. Senza dimenticare «la partecipazione alla gara da parte di molti Comuni del territorio, il ché permette di valorizzare tutto l’estremo Ponente Ligure, dall’entroterra alla costa».

Al riguardo, tredici sono i Comuni che prenderanno parte al Corso fiorito, ciascuno con un carro dedicato a una disciplina sportiva particolare, in ordine di uscita: Ventimiglia (tema carro automobilismo-motociclismo), Santo Stefano al Mare (atletica), Golfo Dianese (ciclismo –mountain bike), Isolabona (vela-canottaggio), Riva Ligure (golf), Cipressa (calcio), Dolceacqua (nuoto), Ospedaletti (baseball), Vallecrosia-Camporosso (basket), Seborga (tennis), Bordighera (pallavolo-beach volley), Taggia (equitazione).

La sfilata sarà aperta dal carro della città dei fiori, come da tradizione fuori concorso, per l’occasione intitolato “Sanremo e lo sport”. «Non è la prima volta che l’evento è dedicato allo sport – evidenziano il sindaco Alberto Biancheri e gli assessori Marco Sarlo, Eugenio Nocita e Barbara Biale –. Il tema era già stato impiegato circa una decina di anni fa ma abbiamo voluto riproporlo in virtù della nomina a Sanremo “Città europea dello sport 2018”. Inoltre, se anni fa le composizioni dei carri erano legate alle discipline olimpioniche, questa edizione vuole celebrare lo sport a 360 gradi. Per l’occasione abbiamo invitato campioni del territorio». Come il sanremese Paolo Tommasini, medaglia d’argento ai Campionati mondiale Canoe Sprint – Dartmouth 1997. Invito esteso poi a Stefano Sturaro, anche lui nato e cresciuto a Sanremo e oggi centrocampista della Juventus, «che se non verrà convocato sarà presente», e all’armese Fabio Fognini, eccellenza del tennis internazionali «che invece non sarà presente perché l’11 marzo si troverà negli Stati Uniti per giocare alcuni tornei. Non mancheranno tuttavia associazione sportive del territorio con i loro atleti che apriranno la sfilata delle bande nella giornata di domenica. «Degna di nota – mette in risalto l’assessore allo Sport del Comune di Sanremo – la consegna in diretta nazionale della bandiera di “Città europea dello sport” da parte dell’Aces», di cui il presidente Gian Franco Luppatelli guiderà la giuria della competizione, composta dall’artista Giorgio Vigna, l’architetto e scenografa Emanuela Trixie Zitkowsky, la direttrice del Polo museale ligure Rossella Scunza e i “tecnici del fiore” Brea Lionello, Barbara Ruffoni e Cristiano Genovali.

Da consuetudine, il percorso di Sanremo in Fiore si snoderà tra il lungomare Calvino, il piazzale Dapporto, la porzione di pista ciclabile parallela a via Nino Bixio sino ai giardini Vittorio Veneto. La sfilata dei carri prenderà il via alle 10.30 e l’ultimo giro sarà ripreso da Linea Verde. L’accesso al percorso è libero e gratuito, mentre i posti a sedere saranno a pagamento. Le tribune saranno posizionate nell’area antistante l’ex stazione ferroviaria, per un totale di 1000 posti a sedere. Il costo del biglietto è di 20 euro.

«Tempo permettendo è previsto un grande afflusso di persone – aggiungono Sindaco e assessori –. Oltre alla tradizionale sfilata delle bande il giorno prima dell’evento e poi in apertura dello stesso, per sfruttare al meglio l’alto potenziale turistico della manifestazione sono stati organizzati tanti eventi collaterali che partiranno già il 5 marzo. Con fulcro Villa Ormond, questi coinvolgeranno anche il centro cittadino con il mercatino floro-agro-alimentare di Confagricoltori-Coldiretti  in corso Sauro quello dell’antiquariato, del collezionismo e dell’usato in piazza San Siro, piazza Eroi Sanremesi, piazza Muccioli, piazza Borea D’Olmo e via Mameli».

E Antonella Clerici che proprio a Riviera24.it aveva annunciato la possibilità di prendere parte all’evento in qualità di madrina? «Al momento non possiamo dire nulla ma ci saranno delle sorprese», risponde concludendo Biancheri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.