Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Duetti, fiori e anche il sogno proibito della generazione anni ’80: la quarta serata di SanremoYoung fotogallery

Super giudice della semifinale andata in onda ieri sera, Toto Cutugno. Eliminati Ouiam e Rocco

Sanremo. Si è conclusa la semifinale di SanremoYoung, teen talent targato Rai condotto da Antonella Clerici in diretta dal teatro Ariston, ed anche in questa puntata non sono mancati momenti di grande emozione ed ilarità.

La serata si è aperta con i duetti eseguiti dagli ultimi sei giovani talenti rimasti in gara, accompagnati dai membri dell’Academy, giuria del programma. A rompere il ghiaccio ci hanno pensato i Ricchi e Poveri, seguiti da Baby K, Mietta, Rocco Hunt e Marco Masini. Rispetto alle fasi iniziali del talent, le valutazioni si sono fatte maggiormente severe, ma questo per una ragione ben specifica, come spiegano i giurati: “E’ inevitabile che sia così, ormai la finale è vicina. Tutti i ragazzi sono bravi, quindi per decretare un vincitore dobbiamo proprio cercare il pelo nell’uovo“.

“Giudice dei giudici” di questo quarto appuntamento Toto Cutugno, tra i più celebri cantanti italiani nel mondo con oltre 100 milioni di dischi venduti, vincitore del Festival di Sanremo nel 1980 con il brano “Solo noi” e ultimo trionfatore tricolore all’Eurovision Song Contest con “Insieme: 1992″. “Questo palco ha una magia pazzesca“, esordisce il cantante e paroliere di origine toscana, prima di duettare con i giovani concorrenti su alcuni dei suoi più grandi successi come “L’italiano” e “Noi, ragazzi di oggi”.

L’attesissimo ospite internazionale di questa penultima puntata è Simon Le Bon, storico leader del gruppo Duran Duran, sogno proibito di tutte le ragazze negli anni 80. Per il cantante inglese si tratta di un ritorno sul famoso palco dell’Ariston, infatti, insieme al suo celebre gruppo, si era esibito come ospite durante il 35° Festival di Sanremo, nel lontano 1985, ben 33 anni fa. In quell’occasione la visita sanremese dei Duran Duran non era stata delle più tranquille: sono celebri le immagini che ritraggono centinaia di ragazze intente a rincorrere la band per le strade della cittadina ligure, nella speranza di strappare un autografo o una fotografia. Nonostante la frenesia vissuta in quel periodo, Simon lo ricorda come: “Il periodo più incredibile della mia vita”, senza però dimenticare una menzione speciale alle persone che lo hanno accompagnato in quella delicata fase di vita: “Senza gli amici non sarei riuscito a gestire il successo che ci ha travolto all’improvviso, sono grato di aver avuto al mio fianco i miei compagni di band, solo loro potevano capirmi davvero poiché hanno vissuto la mia stessa esperienza“, dichiara il cantante inglese.

Oggi Simon ha accantonato le feste e le donne per dedicarsi alla sua famiglia, è infatti padre di 3 figlie ed è sposato da 30 anni con Yasmin: “Il trucco per fare durare così a lungo un’unione? Divertirsi“. L’ex sex symbol ha dunque cambiato vita, ma non ha ancora rinunciato a fare musica con il gruppo che lo ha reso una celebrità mondiale: “Celebreremo il quarantesimo anniversario dalla fondazione della band con un album contenente i nostri più grandi successi“. Proprio con uno dei suoi brani più celebri, “Ordinary world”, il cantante inglese saluta il pubblico regalando un momento di grande magia e dando prova di un’abilità canora rimasta immutata nel corso degli anni.

La giurata Cristina d’Avena ha regalato attimi di gioia a grandi e piccini, intonando insieme ai concorrenti le più celebri sigle dei cartoni animati a cui ha prestato la voce, partendo da “Occhi di gatto” e concludendo con l’intramontabile “Kiss me Licia”. Grande spettacolo invece con il cast del musical Mamma Mia! e l’attore Paolo Conticini che ha messo alla prova i giovani talenti con canzoni di un genere musicale totalmente inedito per loro, ma di grande impegno poiché unisce, oltre al canto, anche il ballo e la recitazione. Anche nel corso di questa quarta puntata non poteva mancare la menzione alle bellezze della città di Sanremo con gli omaggi floreali fatti alle donne che si sono susseguite sul palco nel corso della serata.

Il duro compito dell’eliminazione questa sera è toccato al giudice speciale Toto Cutugno: “Mi dispiace eliminarli, sono tutti bravi“, ha affermato, ma il meccanismo del gioco non permette strappi alla regola. Gli eliminati di questo quarto appuntamento sono dunque Ouiam e Rocco, ai quali il cantante toscano consiglia: “Studiate, studiate sempre“. Appuntamento venerdì 16 marzo per la finalissima, sempre in diretta dal teatro Ariston di Sanremo. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.