Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, il giallo di Paola Gambino: dalla fermata dell’autobus alla spiaggia, una giornata di ricerche senza esito foto

Non si esclude nessuna ipotesi sulla scomparsa della donna

Bordighera. Da via dei Pescatori alla scogliera della Capannina, passando per via Dei Bagni. Gringo, il Bloodhound (letteralmente “segugio da sangue”) del nucleo cinofili dei carabinieri di stanza a Firenze ha ripetuto lo stesso percorso svariate volte, senza mai tentennare. Solo alla prima ricerca, appena arrivato a Bordighera, il segugio dal pelo fulvo ha raggiunto il Grand Hotel del Mare, a pochi metri da via Dei Bagni. Con il muso rivolto verso ponente, il cane non ha smesso di fissare il mare per lunghi istanti. Così come pochi secondi prima, nella sua corsa sull’Aurelia, Gringo si era fermato all’altezza della fermata dell’autobus poco distante dal prestigioso hotel. Ha fiutato nell’aria, girando su stesso, poi ha ripreso a camminare. Oltre la galleria, verso Ospedaletti, Gringo non è mai andato.

ricerche Paola Gambino Bordighera

E’ in questo fazzoletto di terra, e sulla scogliera dello stabilimento balneare “La Capannina“, sulla spiaggia dell’Arziglia, che il cane molecolare dell’Arma ha fiutato la presenza di Paola Gambino, la 55enne che da venerdì scorso, dopo aver telefonato all’anziana madre e allo zio, ha fatto perdere le proprie tracce, scomparendo nel nulla.

Il cane del nucleo cinofili ha confermato, dunque, ciò che già era emerso con le indagini esperite dai carabinieri della compagnia di Bordighera, al comando del capitano Ignazio Lorito: Paola Gambino non si sarebbe mai allontanata dalla Città delle Palme, nella quale vive e dove gestisce un’attività di bed and breakfast: il B&B Acqua di Mare in via dei Pescatori.

Le ricerche

Ed è qui che si sono concentrate, nella giornata di oggi, le ricerche della protezione civile, coordinata dai carabinieri. Squadre di volontari provenienti da tutta la provincia di Imperia, Protezione Civile e Rangers d’Italia hanno perlustrato il litorale da Ventimiglia a Ospedaletti, concentrandosi nella zona che dal porto turistico di Bordighera raggiunge lo scheletro di quello della cittadina delle rose. La locale protezione civile, a bordo di un motoscafo messo in prestito e governato da Sergio Guglielmi (meccanico, collaudatore e venditore di motoscafi), ha anche setacciato lo specchio acqueo dalla Marina San Giuseppe di Ventimiglia fino a Ospedaletti, controllando le insenature e gli scogli difficilmente raggiungibili da terra.

Solo alle 20, con l’inizio del buio, le ricerche si sono fermate. Resterà attivo, h24, il presidio dei vigili del fuoco che hanno scelto come base logistica la piazzola antistante il porto di Bordighera. Da quella postazione coordineranno le ricerche dei volontari, a partire dalle 8 del mattino.
Nella tarda mattinata di oggi, a dar manforte alle ricerche è arrivato l’A 109 del 15° Nucleo elicotteri dei carabinieri di Villanova d’Albenga che ha sorvolato lo specchio acqueo davanti alla costa, concentrandosi sulla zona limitrofa al porto, senza trovare nessun indizio.

L’appello dei familiari

“Una donna fragile che viveva un momento difficile”, così Giorgio Bonavia, ex marito di Paola Gambino, ha descritto la donna. Insieme ai figli Riccardo, 24 anni, e Andrea, 17, l’uomo non ha mai lasciato la zona delle ricerche. “Non credo che Paola volesse farsi del male”, ha detto davanti alle telecamere, “Se avesse voluto, perché prendere la borsa con il portafoglio e i documenti?”. Al momento, il suo, resta un interrogativo senza risposta, chiuso in un fazzoletto di terra che da via dei Pescatori, dove viveva Paola Gambino, raggiunge la spiaggia dell’Arziglia.  E’ in quest’area, già battuta diverse volte, che si continuerà a cercare: Paola è salita su un autobus di linea, diretta a Sanremo, o si è lasciata cadere in mare? Al momento è impossibile saperlo. E nell’attesa non si può far altro che continuare a cercarla.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.