Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“A Sanremo 3 giardinieri contro donna”, testimone ribalta prima versione con lei che dice: “Siete nati per lavorare come negri”

Botta e risposta su Facebook

Più informazioni su

Sanremo. Spunta una nuova testimonianza ed un nuovo punto di vista su quanto accaduto stamane nei giardini sopra le spiagge di corso Imperatrice. Una donna aveva testimoniato con un post su Facebook di essere stata maltrattata e quasi aggredita da tre giardinieri. La sua colpa sarebbe stata quella di aver permesso al suo cane di urinare su di un tronco di palma appena tagliato dai tre operai.

Di qui, sempre seconda quanto scrive l’utente Facebook, la reazione maleducata dei tre: “hanno iniziato ha insultarmi con epiteti molto volgari, addirittura uno a detto mi slaccio i pantaloni e ti piscio addosso, quello con i capelli bianchi ha iniziato a buttarmi addosso pezzi grossi di legno e poi non parliamo delle parole volgari che una donna come al solito si sente dire comunque e sempre ( e che non dico per rispetto)”, scrive la donna su di un gruppo cittadino del famoso social network.

Ma ecco che, sempre su Facebook (in questo caso la pagina di Riviera24), arriva la testimonianza di un uomo che afferma di aver assistito alla scena e che dà una versione dei fatti diversa, se non opposta, che “scagiona” i tre giardinieri sposta la colpa di quanto accaduto: “Ero presente alla scena da sopra la balaustra sono un giardiniere anche io. A prescindere che non era un cagnolino ma un chow chow quindi un cane di taglia grande. La scena si è svolta diversamente i giardinieri li che conosco dopo aver richiamato la signora per il cane, ella ha cominciato a gridare dicendo di mettersi in guanti e lavorare che per un po di urina non dovevano rompere…. che loro sono nati per lavorare come negri e che solo quello possono fare ….a quel punto mi sembra più che motivata la reazione verbale dei colleghi . E comunque se avessero avuto torto come mai il marito della signora è arrivato dopo poco a chiedere scusa ai colleghi,  forse perché conosce la moglie bene”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.