Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#Sanremo2018, Ermal Meta e Fabrizio Moro trionfano al Festival di Sanremo sconfiggendo il terrore “con il sorriso di un bambino” fotogallery

Un testo ricco di riferimenti agli attentati terroristici di questi ultimi anni

Sanremo. E’ la coppia Ermal Meta e Fabrizio Moro, con “Non mi avete fatto niente” ad aggiudicarsi la vittoria del 68esimo Festival della Canzone Italiana. Dopo il terzo posto al Sanremo del 2017, il cantautore albanese naturalizzato italiano ha trionfato all’Ariston insieme a Fabrizio Moro, nome d’arte del cantautore e musicista Fabrizio Mobrici.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

Una vittoria per nulla scontata, quella di Meta e Moro: l’organizzazione del festival, d’accordo con il direttore artistico Claudio Baglioni, aveva infatti deciso di sospendere l’esibizione dei due artisti, accusati di plagio. “Abbiamo sentito parlare di plagio nei confronti della nostra canzone e il pomo della discordia è una canzone scritta da Andrea Febo che venne presentata nelle Selezioni di Sanremo giovani di 3 anni fa, venne scartata e mai commercializzata”, si era sfogato Ermal Meta su Facebook, “Fabrizio, io e Andrea abbiamo mantenuto una parte di quella canzone per non sacrificare qualcosa di bello (cosa che abbiamo raccontato in più interviste) e tutti e tre insieme abbiamo scritto una nuova canzone con un significato completamente diverso. Plagiare significa copiare, ma è assurdamente ridicolo considerando che Andrea Febo ha scritto con me e Fabrizio Non mi avete fatto niente”.

Dopo un giorno di sospensione, a seguito delle valutazioni tecniche effettuate, il duo era stato riammesso in gara in quanto il brano era da ritenersi “conforme al requisito di novità perché lo stralcio campionato è inferiore ai due terzi”.

Un testo ricco di riferimenti agli attentati terroristici di questi ultimi anni, quello di “Non mi avete fatto niente”. Ermal Meta e Fabrizio Moro avevano infatti dichiarato di essersi ispirati a quanto accaduto al concerto di Ariana Grande a Manchester, dove il 22 maggio 2017 un attentatore suicida aveva provocato la morte di 22 persone, molte delle quali giovanissime.
A dolore, morte e terrore, i due cantautori rispondono con l’unica risposta possibile e necessaria: “Non mi avete fatto niente, non mi avete tolto niente, questa è la mia vita che va avanti, oltre tutto, oltre la gente”. Non una semplice canzone, ma un inno per sconfiggere la paura e far capire che il terrore non trionferà mai.

Al secondo posto lo “Stato sociale” con “Una vita in vacanza”. Terza Annalisa con “Il mondo prima di te”.

Di seguito il testo della canzone vincitrice:

A Il Cairo non lo sanno che ore sono adesso
Il sole sulla Rambla oggi non è lo stesso
In Francia c’è un concerto
la gente si diverte
Qualcuno canta forte
Qualcuno grida a morte
A Londra piove sempre ma oggi non fa male
Il cielo non fa sconti neanche a un funerale
A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna
Di gente sull’asfalto e sangue nella fogna
E questo corpo enorme che noi chiamiamo Terra
Ferito nei suoi organi dall’Asia all’Inghilterra
Galassie di persone disperse nello spazio
Ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
Di madri senza figli, di figli senza padri
Di volti illuminati come muri senza quadri
Minuti di silenzio spezzati da una voce
Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
C’è chi si fa la croce
E chi prega sui tappeti
Le chiese e le mosche
l’Imàm e tutti i preti
Ingressi separati della stessa casa
Miliardi di persone che sperano in qualcosa
Braccia senza mani
Facce senza nomi
Scambiamoci la pelle
In fondo siamo umani
Perché la nostra vita non è un punto di vista
E non esiste bomba pacifista
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Le vostre inutili guerre
Cadranno i grattaceli
E le metropolitane
I muri di contrasto alzati per il pane
Ma contro ogni terrore che ostacola il cammino
Il mondo si rialza
Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete tolto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre
Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Come vola via una bolla

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.