Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riviera minacciata dal punteruolo rosso, Stefano Mai: “Impegno per salvare le palme”

"Dalla difesa delle nostre palme passa anche l’aspetto paesaggistico"

Liguria. “Come comunicato nella lettera ai sindaci, sono perfettamente consapevole della problematica che da anni affligge le palme delle nostre Riviere, flagellate dal parassita del punteruolo rosso. Come Regione non ci siamo mai sottratti, nell’ambito delle nostre competenze, attraverso i servizi Fitosanitari regionali, nel dare il nostro apporto alla gestione e al controllo dell’infestazione, seguendo costantemente questa problematica”. Lo conferma l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai.

“L’Unione Europea – continua Mai – incredibilmente sta per eliminare il punteruolo dall’elenco degli organismi nocivi; il ministero dell’Agricoltura, negli ultimi anni, ha stanziato fondi per progetti di ricerca che però non hanno prodotto risultati efficaci per debellare questo parassita. Il governo, da parte sua, non ha messo un euro per andare incontro ai Comuni, lasciando di fatto i sindaci con le casse vuote a dover fronteggiare un fenomeno in continua espansione e che comporta costi di intervento elevatissimi. Come ho già promesso ai sindaci, mi sono già attivato presso il ministero per chiedere il sostegno economico per i Comuni impegnati in questa difficile battaglia per la salvaguardia del nostro patrimonio palmifero. Fino a ora nelle stanze romane hanno fatto orecchio da mercante: siamo certi che nel prossimo governo di centrodestra troveremo un interlocutore più sensibile verso le problematiche dei sindaci e quindi anche sul punteruolo rosso. Dalla difesa delle nostre palme passa anche l’aspetto paesaggistico delle nostre Riviere, quindi il biglietto da visita per i turisti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.