Lite tra vicini sfocia in una aggressione, impresario condannato a 2 anni

Una vicenda processuale ricostruita in aula che risale al 2009

Imperia. Una lite tra vicini sfociata in una aggressione è finita in tribunale.

Il giudice Alessia Ceccardi, alla sua ultima udienza prima di essere trasferita a Savona, ha condannato a due anni di reclusione l’impresario edile Marco Gambetta a due anni di reclusione.La vicenda risale al marzo del 2009 quando in un alloggio  di Sanremo erano in corso alcuni interventi di ristrutturazione.

Alcuni calcinacci erano piovuto nel piano inferiore provocando le ira di un inquilino, Luigi Viel, titolare del  negozio di cornici Vigo di via Roma.
Pure lui è finito sotto processo   per violazione di domicilio dopo essersi introdotto con la forza nell’appartamento dell’impresario. Per lui il giudice è ha deciso  per l’assoluzione. Per Gambetta la vicenda si chiuderà con un risarcimento danni di 60 mila euro perché la sentenza decisa dal giudice ha previsto la sospensione condizionale della pena.