Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia Rugby, l’Under 8 sul campo pesante: “Un bel pomeriggio sportivo”

Le quattro compagini che hanno dato vita ad un acceso torneo di categoria in quel del “Pino Valle”

Più informazioni su

Imperia. Sabato 17 febbraio era giornata uggiosa, fredda e triste. Ma è stata rallegrata dall’entusiasmo dei giovanissimi under 8 delle quattro compagini che hanno dato vita ad un acceso torneo di categoria in quel del “Pino Valle” ad Imperia.

Ospite ovviamente l’Imperia Rugby, con il folto gruppo di tecnici, tra cui Moschetta, Zumbo, Bousquet e la supervisione di Alessandro Castaldo. In campo Imperia, ovviamente e poi la tradizionale rivale del Savona, Sanremo e Pegli, cui vanno tutti gli onori per la lunga trasferta affrontata. Va detto che è stata disputata una parta amichevole iniziale a squadre miste per fa giocare anche gli under 6 assieme agli under 8, con la fattiva collaborazione del Pegli, cui è stato prestato anche un giocatore.

Nel concentramento propriamente detto, Imperia perde 6 a 1 da Pegli. Caso comune per il contesto imperiese, la difficoltà di entrare in partita concentrati. La testa era ancora all’amichevole. Segue la sconfitta 7 a 2 con Savona. In questo caso c’è stata di mezzo la stanchezza per le due partite già giocate. L’incontro è stato duro, con placcaggi, recuperi e grande volontà di fare meta. Un buon viatico per il futuro, dunque. Peccato per un approccio un po’ morbido alla partita, a parte l’impegno durissimo posto soprattutto dall’imperiese Palavs. Però sono esempi da seguire. A mente sgombra, Imperia vince l’ultimo incontro con Sanremo per 5 a 2. Vanno in meta due volte Ester Pelle e poi Nicolò e Palavs. Ovviamente a questi livelli non si guardano i risultati, ma il comportamento, i miglioramenti, le abilità, quelle che il mondo anglosassone definisce skills. E va detto che se ne sono visti, nelle partite di 8 minuti, con soli due minuti di intervallo.

Impresa non facile per i piccoli atleti, sollecitati a dare il meglio ed esplorare i limiti. E così è stato, perché si sono viste belle azioni di recupero palloni da terra, buone fughe in avanti, sempre minore grappolo sulla palla, qualche apertura, una sana dose di agonismo, soprattutto durante Imperia-Savona (questi ragazzi iniziano una sfida infinita tra due scuole ormai notevoli). Piace osservare la capacità della disposizione in campo e il problem solving immediato, in cui tra l’altro il filosofico tecnico Zumbo è molto esperto per il suo approccio psicologico.

Imperia Rugby in campo con: Pelle, Olivieri, Rovaris, Desideri, Palavs, Reitano, Merlo, Di Mieri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.