Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, al via il fondo missione: “Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti”

L'auspicio dell'assessorato è di poter assegnare le prime borse di studio già a conclusione del corrente anno scolastico

Imperia. Con il decreto attuativo del fondo missione “Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti”, previsto dal decreto fiscale correlato alla legge di bilancio 2017, il Governo ha messo a disposizione un fondo di 100 milioni di euro attraverso il quale è stata erogata, direttamente agli enti locali, una somma di 500 euro per ogni persona accolta, alla data del 24.10.2016, sia nei centri di accoglienza straordinaria di matrice prefettizia che nell’ambito dello S.P.R.A.R.
Al Comune di Imperia, sulla base dei criteri ben esplicitati nel suddetto decreto, sono stati assegnati fondi che l’amministrazione comunale ha espresso la volontà di impiegare, fra l’altro, per dare risposte alle diverse ed articolate esigenze provenienti dal mondo giovanile.

Per tale ragione, a fine novembre 2017, affinché le scuole secondarie di II grado cittadine possano istituire a favore dei loro studenti capaci e meritevoli borse di studio per incentivarli nella prosecuzione degli studi anche universitari, è stata impegnata la ragguardevole somma di € 50.000,00 quale contributo da erogarsi una tantum:

• a favore del liceo statate G.P. Vieusseux per € 10.000,00;

• a favore dell’istituto di istruzione superiore polo tecnologico imperiese per € 10.000,00;

• a favore dell’istituto di istruzuione superiore G. Ruffini per € 10.000,00;

• a favore dell’istituto di istruzione superiore G. Marconi per € 10.000,00.

Negli atti assunti si legge: “Nell’ordinamento italiano, il diritto allo studio è un diritto soggettivo che trova il suo fondamento nei commi 3 e 4 dell’art. 34 della Costituzione nei quali si afferma il diritto dei capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi economici, di raggiungere i gradi più alti degli studi nonché il dovere della Repubblica a rendere effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze da attribuire mediante concorso.

Il diritto allo studio riguarda il percorso scolastico successivo all’obbligo e quello universitario, canali di formazione non obbligatori che il cittadino ha libertà di intraprendere e di concludere e che lo Stato deve garantire attraverso l’erogazione di borse di studio a coloro che si dimostrano capaci e meritevoli. Oltre che allo Stato, in prima persona, i compiti sopra indicati possono essere espletati anche da altre soggettività (Regioni, Province, Comuni, Comunità montane, Aziende/USL, etc.).

Il termine “Repubblica” viene infatti adoperato nell’art. 9 della Costituzione nella sua accezione più vasta. E’ quindi lo Stato come ordinamento, in tutte le sue possibili articolazioni, che persegue la promozione culturale attraverso l’opera di ciascun soggetto pubblico, ognuno nella misura e nei limiti del proprio ambito di competenza”.

L’amministrazione, per il tramite dell’assessorato alle politiche giovanili, ha voluto dunque assumere questa lodevole iniziativa per fornire sostegno alle Scuole Secondarie di II Grado cittadine affinché istituiscano borse di studio a favore degli alunni delle classi quinte, diplomatisi con profitto, ma anche degli alunni delle classi intermedie, al fine promuovere l’eccellenza degli studenti imperiesi, precisandone ed incoraggiandone le attitudini di alto livello per garantire loro la prosecuzione anche negli degli studi universitari. Dopo lo stanziamento e finalizzazione nel mese di novembre, gli Uffici dell’Assessorato hanno successivamente incontrato a turno tutte le Dirigenze scolastiche direttamente coinvolte per stabilire congiuntamente i criteri di merito per il conferimento delle borse di studio.

L’auspicio dell’assessorato è di poter assegnare le prime borse di studio già a conclusione del corrente anno scolastico.

Preme, infine, ricordare come, sempre grazie ai fondi del Bonus Gratitudine sono stati erogati ai Comprensivi cittadini sostanziosi contributi una tantum per l’implementazione delle loro attrezzature informatiche.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.