Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il critico dei VIP Michele Cutro fa centro a Sanremo accompagnato dal grande artista Simone Pannullo foto

Porta anche quest’anno in città il suo Cookie Show

Sanremo. Il critico musicale e gastronomico Michele Cutro è arrivato in città insieme alla giovane promessa della musica Simone Pannullo. Critico e giornalista porta anche quest’anno in città il suo Cookie Show, durante il quale ha proposto piatti rivisitati tipici della Basilicata e i gusti della “buona Sicilia”. Durante lo show, sono intervenuti ospiti importanti come Ron, Fabrizio Moro e Mario Biondi.

Il Cavaliere ha inoltre commentato, senza peli sulla lingua, questa 68^edizione della kermesse canora : “Questo Festival è scadente, meglio occuparsi del sociale piuttosto che guardare Sanremo e arricchire lo share di Rai uno. Preferisco fare l’elemosina che comprare un CD ad un artista in gara, è più importante fare opere di bene, visto che andiamo verso la Quaresima”.

Il critico musicale del patrimonio sonoro italiano ha aspramente criticato il conduttore Claudio Baglioni “ Il livello di quest’edizione targata Baglioni è molto basso, non siamo neanche vicini ai livelli di Mike Buongiorno e Pippo Baudo. Inoltre, Baglioni, che si è anche autodefinito ‘dittatore artistico’ ha proprio fatto uno scivolone terribile: l’imitazione del gesto che faceva il Duce nelle adunate nelle piazze è stata proprio una caduta di stile. Il cantante avrà sicuramente voluto fare una satira, ma per il pubblico si tratta sicuramente un episodio imperdonabile ”.

Per Cutro la vera musica è per le strade, ed è importante dare spazio ai giovani artisti emergenti come a Simone Pannullo, che il critico definisce “un ragazzo giovane, un vulcano con una grande dote artistica”.
Simone ha scritto un pezzo inedito “Resto in piedi” che sta avendo un grande successo in radio durante questa settimana di Festival.

Il cantante lucano è arrivato nella città dei fiori con l’obiettivo di lanciare la sua carriera da solista “Sto cercando di realizzare le mie idee, l’uscita del mio primo album è prevista per quest’estate. Il brano “Resto in piedi” è autobiografico, rappresenta la perfetta descrizione di un periodo di disagio che ho affrontato. Voglio evidenziare l’importanza del non mollare mai, come sto facendo io inseguendo il mio sogno. Spero di trasmettere al pubblico emozioni, mi interessa la comunicazione reale, le canzoni devono essere piene di significato, non canto canzoni vuote. Sicuramente l’esperienza del Festival è una bella vetrina, ma a me interessa di più arrivare alle persone”.

Il brano di Simone Pannullo ha ricevuto un parere positivo anche da Enzo Campagnoli, membro dell’orchestra diretta dal Maestro Peppe Vessicchio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.