Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I tursiopi del ponente, un anno di ricerche e di studio con Costa Balenae

Un anno in mare per un importante campagna di monitoraggio del Santuario Pelagos

Imperia. È partito il crowdfunding per sostenere il progetto di ricerca sui delfini costieri del ponente ligure. Un’idea della Cooperativa imperiese Costa Balenae, un progetto che nasce dal basso, dalla dedizione dei biologi soci della cooperativa che primi nel ponente ligure hanno pensato di dare avvio ad un progetto di ricerca dedicato al tursiope e per primi hanno deciso di chiedere un sostegno economico tramite i social.

Costa Balenae è una cooperativa nata dalla passione di un gruppo di biologi marini e naturalisti per il mare e le sue creature. Lavora nel Ponente Ligure all’interno del Santuario Pelagos, area marina protetta per la conservazione dei mammiferi marini, con l’obiettivo di avvicinare al meraviglioso universo marino grandi e piccini. Tra i soci fondatori ci sono biologi marini con ventennale esperienza come Barbara Nani e Marco Ballardini i primi ad aver portato il whalewatching in Italia. Tra le attività svolte dalla cooperativa ci sono l’educazione ambientale, la formazione, le uscite di whale watching ed altri eventi di divulgazione scientifica.

Negli ultimi anni i biologi hanno notato un significativo cambiamento nell’area di lavoro: i delfini Tursiopi (Tursiops truncatus) un tempo alquanto difficili da avvistare in zona, sono diventati incontri molto più frequenti. Cosa ha causato questo cambiamento? Quanti sono i Tursiopi che vivono nell’area? Che pericoli incorrono nel tanto trafficato Mar Ligure di Ponente? L’unico modo per rispondere a queste domande è uscire in mare, raccogliere dati sulla presenza e distribuzione dei delfini ed analizzarli. Per questo motivo, inizierà in primavera il primo progetto di ricerca scientifica sui tursiopi mai realizzato in quest’area.

Il progetto è stato ideato dai giovani soci di Costa Balenae Elena Fontanesi e Davide Ascheri che nonostante la giovane età hanno una significativa esperienza fatta anche all’estero partecipando a progetti di ricerca internazionali. I dati raccolti durante le uscite giornaliere a bordo dei gommoni dello Yacht club di Imperia che è partner nel progetto, serviranno per raccogliere informazioni sulla presenza ed ecologia di questa specie e quindi fondamentali per la protezione di questi delfini che, vivendo in prossimità della costa, sono tra i più suscettibili alla presenza umana (collisione con imbarcazioni, “intrappolamento” in attrezzatura da pesca, ingestione di plastica). La raccolta di fondi attuata attraverso la piattaforma GoFoundMe servirà per sostenere i costi del progetto, il contributo anche minimo, donazioni a partire da 5 euro, verrà riconosciuto nelle pubblicazioni scientifiche o negli incontri divulgativi che seguiranno all’avvio del progetto.

Per accedere alla piattaforma https://www.gofundme.com/dolphin-research-project
Per ulteriori informazioni sul progetto info@costabalenae.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.