Quantcast
Il caso

Diffamazione via social contro Dulbecco, il gip deciderà a novembre

Insulti via Facebook contro il coordinatore regionale dei giovani di Forza Italia

angelo francesco dulbecco

Imperia. Nel settembre scorso, dopo sette mesi di indagini, il pm Stefania Brusa, aveva chiesto l’archiviazione (era il 22 sette. Si è opposta la difesa con l’avvocato Giuseppe Fossati. Il caso approderà quindi davanti al gip Paolo Luppi il 19  novembre. Sarà il giudice a stabilire se la vicenda dovrà essere archiviata o se si dovrà procedere nei confronti delle 102 persone che hanno insultato via Facebook Francesco Angelo Dulbecco, coordinatore regionale dei giovani di Forza Italia.

“La storia risale allo scorso anno – spiega il suo legale – Riteniamo che la polizia postale, attraverso indagini approfondite e ricerche, possa risalire a coloro che avevano insultato lui e la sua famiglia anche con frasi molto pesanti. Ecco perché ci siamo opposti”.

Era stato un suo commento lasciato sul suo profilo Facebook a scatenare la protesta e una valanga di commenti contro il coordinatore. Aveva scritto “Hitler almeno lo faceva gratis” in merito alla notizia della morte di Fabio Antoniani, conosciuto come “Dj Fabo”, che aveva scelto di morire in Svizzera dopo essere rimasto completamento paralizzato in seguito a un incidente.

Un commento, quello di Dulbecco, che era stato preso in prestito da un post su Facebook del blogger e politico ultra cattolico Mario Adinolfi, che aveva scritto: “Hitler almeno i disabili li eliminava gratis”. Ora dovrà essere il gip a decidere se far finire la vicenda in archivio come richiesto dal pm o procedere oltre individuando i responsabili.

commenta