Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Casa Sanremo l’appello di Oscar di Montigny: “In questo tempo è necessario diventare nuovi eroi” foto

Ha presentato il suo nuovo libro Il tempo dei nuovi eroi: riflessioni per il terzo millennio

Sanremo. Casa Sanremo non è solo un luogo dedicato alla musica ma anche alla letteratura. Ieri pomeriggio nella sala Ivan Graziani era ospite Oscar di Montigny, scrittore, divulgatore e “pensatore 0.0”, oltre che manager di una delle maggiori banche italiane.

L’autore ha presentato il suo nuovo libro Il tempo dei nuovi eroi: riflessioni per il terzo millennio. Il libro, diventato un Oscar Bestseller Mondadori, vuole essere una provocazione: “Ho scritto per cercare di richiamare tutti all’ordine. Nel mio lavoro cerco ogni giorno di capire i nuovi trend ed anticiparli, in breve cerco di capire il futuro – ha raccontato Oscar di Montigny –. La nostra società sta andando incontro a un periodo molto particolare e per essere pronti ad affrontarlo dobbiamo compiere un atto di responsabilità, per consegnare ai nostri figli e nipoti un mondo speciale è necessario diventare i nuovi eroi”.

Oscar, che si definisce uno scrittore improvvisato, gira spesso per il mondo cercando di diffondere il suo pensiero. I temi trattati nel suo libro sono temi vicini al mondo dei giovani: “Cerco di raccontare la mia esperienza per aiutare chiunque si trovi in un momento di difficoltà e incertezza. A vent’anni ho lasciato l’università appesantito da domande importanti: chi sono? Che cosa faccio? Perche lo faccio? Cosa mi aspetta in futuro? Confuso, ho abbandonato tutto e sono partito alla volta di San Francisco. Pensavo che andare lontano mi avrebbe aiutato a trovare le risposte, ma mi sono presto reso conto che non importava dove fossi, le domande che mi tormentavano erano sempre con me”, ha spiegato l’autore.

“ In seguito ho capito che ogni domanda è gravida della propria risposta, bisogna solo avere il coraggio di trovarla. E per farlo, dobbiamo tornare all’essenza delle cose, al punto 0.0, all’essenza di ciò che siamo. L’essere umano deve essere al centro di qualunque processo, anche economico. Ognuno di noi dovrebbe provare a migliorarsi, a essere un modello di riferimento per le generazioni future, un modello migliore per motivare tutti a fare meglio. Andiamo alla ricerca di ciò che è bello, la bellezza ci salverà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.