Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allerta meteo neve in Liguria, revocata quella di oggi mentre rimane gialla per domenica

Dalla mezzanotte fino alle 13:00 di domani interessato tutto il territorio imperiese sia sulla costa che nell'entroterra

Più informazioni su

Liguria. La Protezione Civile Regionale ha diffuso l’ALLERTA METEO PER NEVE diramata da Arpal che è stata modificata secondo le seguenti modalità:

Per la giornata di OGGI, SABATO 24 FEBBRAIO: Cessata allerta su tutte le zone precedentemente interessate.

Per la giornata di domani, domenica 25 febbraio, dalle 00.00 alle ore 13.00 allerta gialla nei comuni costieri e dell’entroterra imperiese.

LA SITUAZIONE: sono proseguite nella notte e al primo mattino le precipitazioni nevose che hanno interessato in particolare l’entroterra savonese e la zona cavallo con la provincia di Genova. Dalle 18 di ieri il nivometro di Monte Settepani ha segnato 24 centimetri di neve fresca, quello di Urbe Vara Superiore 18 mentre a Verdeggia (comune di Triora, nell’imperiese) ne sono caduti 11 centimetri. Anche sui tratti appenninici delle autostrade sono state registrate precipitazioni nevose ma non si sono avute criticità per quanto riguarda la circolazione. Deboli nevicate hanno interessato la Val di Vara (4cm a Scurtabò, 685m.s.l.m.). Nel primo mattino precipitazioni deboli hanno interessato l’estremo Ponente e l’entroterra, soprattutto le valli Scrivia, Trebbia ed Aveto. Temperature notturne abbondantemente sottozero nelle zone interne della regione mentre, lungo la costa, nei capoluoghi di provincia le minime sono state comprese tra 4 e 8 gradi. Da segnalare sempre il vento forte settentrionale con raffiche, nella notte, che hanno raggiunto i 103 km/h a Marina di Loano.

Le precipitazioni, per la giornata odierna, si sono esaurite ma la residua presenza di una massa di aria umida unita a quella decisamente più secca e fredda in arrivo tra la notte e la mattinata di domani potrebbero dar luogo, nella prima parte della giornata a precipitazioni nevose. Si prevedono quantitativi cumulati al più deboli su D e nell’interno di B; possibili sconfinamenti costieri sulle zone B, C e sulla parte orientale di A con probabilità di spolverate nevose sulle coste attorno al 50%. Attenzione alle gelate che saranno diffuse anche perché la massa d’aria in arrivo da domani e che resterà sulla Liguria per almeno 72 ore è molto fredda e ai venti forti settentrionali che renderanno più acuta la sensazione di disagio.

Ecco il dettaglio previsionale:

OGGI, SABATO 24 FEBBRAIO: Su tutte le zone venti da Nord, NordEst fino a 60-70km/h con raffiche oltre i 100km/h sui crinali. Residue spolverate nevose su D con quota neve in rialzo fino a 500-600 metri.

DOMANI, DOMENICA 25 FEBBRAIO:  Rapida caduta dello zero termico al suolo già in mattinata sul centro e sul Levante della regione, nel pomeriggio sull’estremo Ponente con conseguente deciso aumento del disagio per freddo e possibili gelate su tutta la regione. In mattinata sono attese precipitazioni nevose con quantitativi al più deboli su D e nell’interno di B; possibili sconfinamenti sulle coste di B,C e sulla parte orientale di A; la probabilità di spolverate nevose costiere è attorno al 50%. Venti da Nord, Nord-Est fino a 60-70km/h molto rafficati.

DOPODOMANI, LUNEDI’ 26 FEBBRAIO: Al mattino ulteriore diminuzione delle temperature minime associate a venti di burrasca e rafficati che porteranno su tutta la regione condizioni di elevato disagio per freddo e gelate diffuse. Nel corso della giornata una parziale attenuazione dei venti fino a moderati o localmente forti e l’aumento diurno delle temperature attenueranno, anche se solo parzialmente, la morsa del freddo.

Per ulteriori dettagli si consiglia di consultare il bollettino per la Liguria che verrà emesso nelle prossime ore e disponibile all’indirizzo https://www.arpal.gov.it/homepage/meteo/previsioni/bollettino-liguria/riassunto.html

La suddivisione del territorio regionale per zone di allertamento è la seguente:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

Il dettaglio, comune per comune, è reperibile sul sito www.allertaliguria.gov.it dove sono riportate anche le norme di autoprotezione consigliate dalla Protezione Civile Nazionale, da adottare prima e durante gli eventi.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sitowww.allertaliguria.gov.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPAL_rischiome)

Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.