Quantcast

Accusato di aver incendiato i furgoni della ditta che lo aveva licenziato, alla sbarra 50enne tabiese foto

I fatti risalgono alla notte tra il 6 e 7 luglio 2013

Più informazioni su

Imperia. Sfilata di testimoni dell’accusa, oggi in tribunale a Imperia, nel corso dell’udienza di un processo per incendio doloso. Sul banco degli imputati, difeso dall’avvocato Gabriele Cascino, c’è un 50enne tabiese accusato di aver appiccato le fiamme a due furgoni della ditta che, il mese prima del rogo, lo aveva licenziato.

I fatti, che ebbero come teatro via Mansuino in Valle Armea vicino al mercato dei fiori di Sanremo, risalgono alla notte tra il 6 e 7 luglio 2013 e l’incendio, molto violento, aveva coinvolto anche una Jaguar parcheggiata distante dai due mezzi della “Albenga Fruit”.

Secondo l’accusa rappresentato dal Pm Alessandro Bogliolo, l’imputato, prima di essere licenziato aveva usato la sua carta carburante per far rifornire i suoi mezzi e quelli dei familiari. Oggi hanno testimoniato alcuni poliziotti che svolsero le indagini e la coppia proprietaria della ditta albenganese. Il processo è stato rinviato, dal giudice Massimiliano Botti, al prossimo 18 giugno.

Più informazioni su