Accoltella il rivale per una stufa non pagata, 61enne imperiese condannato a un anno e due mesi

I fatti risalgono al 25 gennaio 2016

Più informazioni su

Imperia. La pena inflitta dal giudice Massimiliano Botti è di un anno e due mesi per lesioni aggravate dai futili motivi. I fatti che hanno portato alla condanna di Giuseppe Gallo, 61enne, fanno riferimento al 25 gennaio 2016.

La sera di quel giorno, all’interno di in una tabaccheria di via Argine Destro, l’imputato aveva accoltellato un 49enne imperiese a seguito di un diverbio scoppiato per una stufa che il ferito non aveva pagato all’aggressore.

L’unica accoltellata aveva attino il 49enne al peritoneo facendogli perdere molto sangue senza però metterlo in pericolo di vita. Inizialmente l’accusa per Gallo era quella di tentato omicidio, poi derubricata in lesioni aggravate dai futili motivi. I

Il Pm Tiziana Berlinguer inizialmente aveva chiesto una condanno a un anno e quattro mesi. L’imputato era difeso dall’avvocato Giovanni Di Meo. Oltre alla condanna con la sospensione condizionale della pena, l’imputato ha versato 3000 euro di risarcimento, dovrà ancora versare 7000 euro di provvisionale.

 

 

 

Più informazioni su