Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, tragedia a La Mortola: in pericolo di vita la 69enne intossicata da monossido di carbonio, morto il marito

Ad accorgersi del dramma sono stati amici della coppia

Ventimiglia. E’ un termoconvettore a gas di quelli che generano aria calda la causa della tragedia occorsa a La Mortola che è costata la vita a Alberto Vellano, torinese di 77 anni. Gravissima anche la moglie 69enne, Patrizia Biamonti, nata ad Alassio. I coniugi abitavano a Cambiano, in provincia di Torino, ed erano venuti a Ventimiglia, in un appartamento di corso Montecarlo, in occasione delle feste. Insieme ai due anziani, c’era anche il loro cagnolino.

Un malfunzionamento dell’impianto ha fatto sì che i fumi nocivi, che dovrebbero essere scaricati all’esterno dell’edificio, siano stati rilasciati all’interno dell’appartamento dei due anziani, riempiendo le stanze di monossido di carbonio, velenoso per l’uomo.

A dare l’allarme sono stati amici della coppia con i quali i due anziani avevano appuntamento: non vedendoli arrivare nel luogo stabilito e non ricevendo risposte al telefono, gli amici si sono recati presso l’abitazione dei due e con le chiavi hanno aperto la porta d’ingresso dell’appartamento, facendo la triste scoperta: i due coniugi erano a letto, incoscienti.

La tragedia si è verificata, probabilmente, la scorsa notte o all’alba del primo gennaio: l’ambiente, saturo di gas nocivo, ha reso l’aria irrespirabile, intossicando gli inquilini che stavano dormendo. Quando gli amici li hanno trovati, per Alberto Vellano non c’erano più speranze, mentre la moglie è stata trasportata in codice rosso di massima gravità all’ospedale Borea di Sanremo dove ora è ricoverata nel reparto di rianimazione: è in pericolo di vita.

Immediatamente si è messa in moto la macchina dei soccorsi: sul posto sono accorsi i carabinieri e i vigili del fuoco del distaccamento di Ventimiglia, che hanno estratto gli inquilini dall’appartamento per poi affidarle alle cure dell personale sanitario del 118 e dei volontari della Croce Verde Intemelia.

Il cane dei due coniugi sarebbe sopravvissuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.