Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatro a Ventimiglia, ultimi giorni per acquistare l’abbonamento ridotto

Il 5 gennaio va in scena “Stand Up Balasso” con Natalino Balasso

Più informazioni su

Ventimiglia. Sono gli ultimi giorni per acquistare ad una tariffa ridotta l’abbonamento per i 6 spettacoli rimanenti del cartellone teatrale di questa stagione: venerdì 5 gennaio è atteso il funambolo della satira Natalino Balasso con il suo “Stand Up Balasso”, primo appuntamento dell’anno nuovo. Seguiranno altri cinque titoli, con grandi nomi in scena come Valentina Lodovini, Elio Germano, Marina Massironi, Alessandra Faiella, Michele Riodino e Ascanio Celestini.

Per tutti i sei spettacoli del 2018, è in vendita il nuovo abbonamento “Regala il teatro 2018”: una possibilità imperdibile di regalare e regalarsi la grande prosa a Ventimiglia con una inedita formula promozionale al costo di 100 euro in platea e 80 euro per la galleria.

Per informazioni, prenotazioni, abbonamenti: i biglietti per i prossimi spettacoli in stagione e gli abbonamenti “Regala il Teatro 2018” possono essere prenotati oppure acquistati e ritirati presso l’Ufficio Manifestazioni del Comune di Ventimiglia (3° piano del Palazzo Hanbury, ex Tribunale, in Piazza XX Settembre) dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, tel. 0184.6183225, email: teatro@comune.ventimiglia.it
Per prenotazioni di abbonamenti e biglietti singoli con Carta del Docente e 18 App, occorre rivolgersi al numero di tel. 0184.544633 per l’attuazione della procedura e tutte le indicazioni sul ritiro.
Nei giorni degli spettacoli, dalle ore 20, sarà possibile acquistare i biglietti ancora disponibili direttamente presso il botteghino del Teatro.

Vi aspettiamo venerdì 5 gennaio con Natalino Balasso e il suo “Stand Up Balasso”: una valanga verbale travolgente, scagliata contro il pubblico come un vero e proprio tsunami di comicità assoluta.

Il meglio di 10 anni di Balasso: un concentrato di parole senza fronzoli, una carrellata di battute, monologhi tragicomici, modi di dire, ragionamenti sul filo dell’assurdo, riflessioni indignate contro il mondo e interpretazione dei difetti che appartengono a tutti noi.

Un’antologia comica durante la quale l’attore gioca con i diversi registri linguistici e tutte le varianti della risata: da quella sottile nata dai doppi sensi e dai giochi di parole, a quella più amara che sottolinea le miserie e i difetti umani, fino a quella di pancia, per cui si ride fino alle lacrime.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.