Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, grande inizio per la stagione invernale dei Martedì Letterari al teatro del Casinò

Da Dacia Maraini a Mario Adinolfi, da Carlo Pedretti, al Comandate Alfa e Giovanni Impastato, tantissimi gli ospiti d'eccezione in calendario

Sanremo. La stagione invernale dei Martedì Letterari dei Casinò, che si snoda da gennaio a marzo, quest’anno propone un calendario di 15 eventi, che spaziano dalla grande narrativa, alla storia, all’arte.

Si vuole ricordare il genio di Leonardo, l’arte sublime di Brunelleschi, soffermando la riflessione sulle tematiche della legalità, ma anche della salvaguardia dei valori base della nostra cultura, attraverso proposte letterarie in linea con la tradizione aziendale.

Anche per il 2018 vengono riproposti cicli classici della rassegna:” Grandi Autori”; “Gli Omaggi”; Il Festival della legalità e delIe idee”, giunto alla quarta edizione che vede la preziosa collaborazione dei magistrati Grazia Pradella e Roberto Cavallone. Parteciperanno, tra gli altri, il comandante Alfa, Antonio Ferrari, che ripercorrerà le dolorose fasi del sequestro e dell’omicidio di Aldo Moro, Giovanni Impastato, Don Armando Zappolini, il giornalista Michele Albanese.

Impegnati sulle tematiche relative alla pace e al diritto di associazione torneranno i grandi Maestri della Massoneria Italiana, da Stefano Bisi del Grande Oriente d’Italia, ad Antonio Binni della Gran Loggia d’Italia.

Confermato anche il ciclo “Grandi Autori” che vede la partecipazione di Dacia Maraini, Magdi Cristiano Allam, Mario Adinolfi, che inaugurerà la rassegna invernale insieme a S.E. Mons. Antonio Suetta, vescovo di Ventimiglia-Sanremo. Due gli omaggi storici. Il prof. Fulvio Cervini illustrerà “La prospettiva di Brunelleschi nel Seicentesimo anniversario della Cupola di Santa Maria del Fiore, mentre nell’ambito degli eventi di avvicinamento al 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci interverranno il prof. Carlo Pedretti e la prof.sa Sara Taglialagamba.

“Con rinnovata attenzione al mondo culturale, letterario ed artistico, si apre la stagione invernale dei Martedì Letterari- sottolineano il Cda e il Direttore Generale- un cammino di approfondimento che continua basandosi sulle tematiche più attuali, con la finalità di stimolare la riflessione e il piacere dell’analisi critica che viene dal rapporto diretto con gli scrittori e gli studiosi delle più diverse discipline. Ognuno dei “Martedì” proposti ha una componente di esclusività che scaturisce dai Nomi prestigiosi e dalle tematiche affrontate, tese ad interessare l’affezionato pubblico, in segno di continuità con l’importante eredità ricevuta. Ringraziamo gli scrittori e i protagonisti di questi appuntamenti per aver accolto il nostro invito, chi ci segue da tempo, gli studenti e i tanti insegnanti che stanno frequentando il nostro teatro. La loro assidua presenza è di sprone per continuare a cementare l’immagine culturale della nostra Azienda”.

Il 16 gennaio nel Teatro dell’Opera alle ore 16.30 l’inaugurazione della stagione invernale dei Martedì Letterari è affidata a Mario Adinolfi con il suo libro “ O capiamo o Moriamo”. Parteciperà S.E. Mons. Antonio Suetta, Vescovo di Ventimiglia – Sanremo.

Il giornalista Mario Adinolfi affronta con una mole impressionante di dati la questione della crisi valoriale dell’Occidente e del contemporaneo crescere, nello spazio lasciato vuoto, di una influenza islamica pericolosa non solo per via della minaccia terroristica. Il timore prevalente non nasce da questo assalto esterno, pur violento, quanto dalla resa già compiuta sul terreno della nostra identità che parte dal rifiuto della radice cristiana. Attacco al matrimonio e alla famiglia, ideologia gender, cultura della morte imperante con aborto e eutanasia, denatalità, maternità trasformata da atto d’amore naturale e gratuito a luogo di transazioni finanziarie, consumo incessante di droga, alcool, prostituzione e pornografia costituiscono la fotografia di un Occidente dissoluto che ha perso coscienza di sé e si consegna alla propria fine. Con un percorso che va da Socrate a Houellebecq, passando per i tre Papi contemporanei (San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, Francesco) e Antonio Conte, fino ad arrivare a Trump, Lenny Bruce e Santa Teresa di Calcutta, Adinolfi ci guida in un viaggio personalissimo e affascinante. Un libro che non mancherà di far discutere, regalando l’idea che ci sia una strada attraverso cui ci si può ancora salvare. ( dalla presentazione al libro)

Domenica 14 gennaio alle ore 17.00 verrà presentato il libro fotografico con omonima mostra “Colpiti al cuore. Vi racconto il sisma del 2016 nel centro Italia” di Gerardo Sacco. Partecipa il sindaco di Preci, Pietro Bellini. Negli scatti di “Gerry” il dramma e il dolore di un evento che sradica il cuore, l’esistenza, la cultura di intere comunità, eterno simbolo della fragilità umana, ma anche della sua capacità di ricostruzione di risaldare con la solidarietà affetti e territori. Verrà prima illustrato il volume nel Teatro dell’Opera e quindi inaugurata la mostra fotografica in sala Hall. Parte del ricavato della vendita del libro verrà devoluto in beneficenza.

Dopo la pausa per le manifestazioni collaterali al Festival della Canzone Italiana che si svolgeranno nel Teatro dell’Opera del Casinò i “Martedì Letterari” riprendono il 20 febbraio alle ore 16.30 con il prof. Fulvio Cervini che presenterà il suo ultimo libro “La prospettiva di Brunelleschi. Quaranta buone ragioni per studiare l’arte medioevale.” ( CB Edizioni). L’incontro, organizzato in collaborazione con il Serra Club, ricorda il seicentesimo anniversario del progetto per la realizzazione della Cupola di Santa Maria del Fiore.

Sabato 24 febbraio alle ore 17.00 come sabato 24 marzo alle ore 16.00 vedranno il ritorno nel Casinò dei Grandi Maestri della Massoneria Italiana. Il 24 febbraio il Sovrano e Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia avv. Antonio Binni parlerà con il prof. Aldo Mola e con alcuni giornalisti sul tema.” La massoneria e la pace”.

Il 24 marzo il Gran Maestro del Gran Oriente d’Italia, Dott. Stefano Bisi si soffermerà sulla tematica legata alla libertà di Associazione.

Con lunedì 26 febbraio si apre la tre giorni dedicata al festival della legalità e delle Idee, curato in collaborazione con i Magistrati Dott.sa Grazia Pradella e Dott. Roberto Cavallone.
Per il quarto anno consecutivo il Festival coinvolgerà le scuole provinciali e la società civile attraverso incontri, che inizieranno alle ore 11.00 e alle ore 16.00, con scrittori, giornalisti, magistrati ma anche giovani cantanti e cantautori per riflettere ancora una volta sul significato sociale della “Cultura della legalità.” Partecipano tra gli altri il Comandante Alfa con il suo nuovo libro:” Io vivo nell’ombra” (Longanesi) Giovanni e Felicita Impastato che presenteranno il nuovo volume “ Oltre i cento passi” (Piemme) Antonio Ferrari e il suo libro “Il segreto” (Chiarelettere) sul sequestro di Aldo Moro.

“Il contributo dell’informazione nella lotta alle mafie” è il tema che verrà affrontato da Michele Albanese, giornalista calabrese che vive sotto scorta da anni e responsabile nazionale della legalità della Federazione Nazionale della Stampa Italiana ( Fnsi). Don Armando Zappolini presenterà il libro “Un prete secondo Francesco.Contemplativo, sognatore e costruttore di ponti (San Paolo Editore). E’ atteso Nicola Gratteri, Procuratore di Catanzaro, presenta il libro “Fiumi d’oro. Come la ‘ndrangheta investe i soldi della cocaina nell’economia legale” (Mondadori).

Il 6 marzo alle ore 16.30 Magdi Cristiano Allam illustrerà la sua ultima fatica letteraria:” Maometto e il suo Allah” (Piemme). In questo libro Maometto racconta la vita di Maometto.
Magdi Allam, che è stato vicedirettore del “Corriere della Sera” dal 2003 al 2008, ed è oggi è editorialista del quotidiano “Il Giornale” scrive un racconto sconvolgente rivolto a una maggioranza, anche di musulmani, che non sa nulla del fondatore dell’islam o ne ha un’immagine mistificata. I fatti descritti sono conformi a quanto è riportato nei testi ufficiali e, proprio perché i fatti corrispondono a quelli che sarebbero accaduti secondo Maometto, non sono da considerarsi veritieri di per sé. Non è pertanto un testo oggettivo sulla vita di Maometto, bensì la rappresentazione della vita di Maometto secondo Maometto.

Autori di vari saggi di successo fra cui i bestseller: Viva Israele (Mondadori 2008) e Islam. Siamo in guerra (Magic Press 2015).

Giovedì 8 marzo alle ore 16.30 Festa della Donna al Teatro dell’Opera.
Eccezionalmente di lunedì il 12 marzo dacia Maraini sarà nel teatro dell’opera alle ore 16.30 per parlare del suo ultimo libro “Tre racconti”(Rizzoli), partecipa Matteo Moraglia. Dacia Maraini è autrice di romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi, editi da Rizzoli e tradotti in oltre venti Paesi. Nel 1990 ha vinto il Premio Campiello con La lunga vita di Marianna Ucrìa e nel 1999 il Premio Strega con Buio. I suoi ultimi romanzi sono La bambina e il sognatore (Rizzoli 2015) e 2017 “I tre racconti”.

Venerdì 16 marzo ore 18.00 in collaborazione con a Azione cattolica italiana – Diocesi di Ventimiglia San Remo “Bartali Giusto tra le Nazioni “ Paolo Reineri presenta il libro: ” A colpi di Pedali. La straordinaria storia di Gino Bartali” (Ave). Partecipa Gioia Bartali.

Il 20 marzo ore 16.30 in collaborazione con i Ristoranti de la tavolozza e l’associazione Ca de Amijs il consueto appuntamento con “A tavola tra cultura e storia”Partecipano Laura Maragliano, direttore delle riviste di cucina Mondadori, Sale & Pepe. Barbara Ronchi della Rocca, lo chef Gemma Boeri e l’operatore culturale Luciano Bertuello con il libro “Gemma, la regina dei tabarin di Langa” – Sori Edizioni. Verrà illustrata la Guida 2018 dei Ristoranti della Tavolozza 2017 con il presidente Claudio Porchia. Interventi musicali di Marisa Fagnani

Il 27 marzo ore 16.30 nell’ambito degli eventi in preparazione al 500° Anniversario della Morte di Leonardo da Vinci Il prof. Carlo Pedretti e la prof. sa Sara Taglialagamba presentano il libro: ”I 100 disegni più belli di Leonardo ( Giunti). Cento tavole con i disegni più belli di Leonardo, scelti uno per uno dal più importante studioso di Leonardo al mondo, Carlo Pedretti, provenienti dalle collezioni sparse in Europa e negli Stati Uniti, accompagneranno lo studioso o l’appassionato attraverso un universo di bellezza e di mistero, elementi imprescindibili del Genio Universale di Leonardo.

Le tavole in facsimile sono accompagnate da un volume di approfondimenti, sempre a cura di Carlo Pedretti, che ci guiderà in questo affascinante viaggio grazie anche al valido aiuto delle schede dedicate a ciascun disegno, compilate dalla giovane studiosa, ma già internazionalmente nota, Sara Taglialagamba. Ogni scheda è corredata da una riproduzione in bianco e nero della tavola per facilitare la comprensione dell’opera anche attraverso l’ingrandimento di dettagli altrimenti non apprezzabili. I disegni, centoquattordici distribuiti su cento tavole, provengono dalle collezioni più importanti di tutto il mondo.

Gli eventi letterari verranno affiancati anche da interessanti e prestigiose mostre. Tra queste. “Colpiti al cuore “ di Gerardo sacco, “Dietro una colonna” di Antonella Cotta, e l’omaggio a Giorgio Rocchi” in collaborazione con la Fondazione Rocchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.