Quantcast

Sanremo, Concerto di Natale: raggiunto il record di 6000 euro donati all’Istituto Padre Semeria di Coldirodi fotogallery

Tanti i Services che hanno fatto dell'unione la loro forza: Lions, Rotary, Panathlon, Soroptimist, Zonta, Associazione Italiana Donne Medico e il Serra club

Sanremo. Tante associazioni Services insieme in un unico progetto. “Il Musical americano”, la terza edizione del Concerto di Natale ha fruttato un record di offerte che questa mattina sono state consegnate ufficialmente nelle mani dell’Istituto Padre G. Semeria di Coldirodi.

“Soltanto facendo così, mettendosi insieme, si portano a casa risultati eccezionali come questi” ha commentato il successo la vice sindaco Costanza Pireri in apertura della conferenza stampa.

“E’ uno dei concerti a cui tengo di più, ha detto il presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica Maurizio Caridi. Quella di quest’anno è stata una consacrazione sia dal punto di vista dell’organizzazione che dell’obiettivo di solidarietà raggiunto.

L’Orchestra come il Casinò, rappresentati nella conferenza stampa di questa mattina anche dal direttore Paolo Maluberti e dal consigliere d’amministrazione Olmo Romeo, hanno prestato la propria opera e struttura per questa iniziativa importante, con la massima disponibilità, per lo sviluppo delle attività culturali della città.

C’è già l’impegno per il bis: il prossimo 21 dicembre.

A poco più di un mese dal tutto esaurito al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale in occasione del Concerto di Natale dal titolo “II Musical americano” voluto dalle Associazioni Services di zona per raccogliere fondi a favore dell’Istituto Padre Semeria di Coldirodi è giunto oggi il momento di consegnare ufficialmente i frutti della raccolta fondi ai legittimi destinatari.

Com’è ormai tradizione, nel Natale appena trascorso Lions Club Sanremo Matutia, Lions Club Sanremo Host, Lions Club Arma e Taggia, Lions Club Bordighera Capo Nero Host, Lions Club Bordighera Ottoluoghi, Lions Club Ventimiglia in collaborazione con Panathlon, Rotary Sanremo Hanbury, Rotary Sanremo, Soroptimist, Zonta, Associazione Italiana Donne Medico e Serra Club Sanremo, con la partecipazione della Fondazione Orchestra Sinfonica tutti insieme per la solidarietà hanno nuovamente raggiunto lo scopo con un risultato dawero strepitoso, quasi raddoppiando la cifra raggiunta nella scorsa edizione: sono stati raccolti infatti ben 6.000 Euro!

L’assegno simbolico è stato consegnato ufficialmente questa mattina alla responsabile della comunità educativa la Coordinatrice Pedagogica Giada Chiuri nella “Sala Giunta” del Comune di Sanremo, alla presenza dal Vice Sindaco ed Assessore ai Servizi Sociali, Costanza Pireri, del Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica, Maurizio Caridi e del Direttore Generale, Paolo Maluberti.

Naturalmente hanno presenziato alla consegna anche molti membri di tutti i Services coinvolti, che hanno lavorato per portare a termine l’iniziativa a favore dell’istituto sanremese: un’efficiente struttura per minori con anche spazi separati e riservati per madri in attesa 0 con figli, bisognose di assistenza.

Il “Grazie” è andato a tutti coloro che hanno assistito al concerto benefico, divenuto ormai una tradizione del periodo Natalizio ed uno fra gli eventi legati alla solidarietà ai quali la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo è sempre stata vicina.

L’Istituto fondato nel 1926 e fortemente voluto dallo stesso Padre Giovanni Semeria nel proprio luogo natio accoglie giovanissimi tra i 4 ed i 15 anni senza alcuna distinzione di etnia, religione e provenienza, segnalati dai Servizi Sociali territoriali o indirizzati con prowedimenti del Tribunale dei Minori, la cui situazione familiare è compromessa per motivi sociali, psicologici, psichiatrici, sanitari od economici.

Nato come “Orfanotrofio Femminile” ed affidato alle Suore della Sacra Famiglia di Bergamo è divenuto nel tempo Comunità Educativa per Minori, con annesso spazio separato e riservato per madri in attesa o con figli bisognose d’assistenza morale, psicologica od economica. Dal 2014 è gestito dalle Suore del Preziosissimo Sangue di Monza.

Per ciascun giovane ospite gli Educatori professionali della struttura predispongono un Piano Educativo Individuale che mira a salvaguardare e potenziare le positività del singolo minore offrendo, il più possibile, un contesto fatto di cura ed attenzioni, volto ad un periodo di permanenza formativo e significativo, cercando di mantenere sempre vivo, ove e se possibile, il rapporto con la famiglia d’origine.

Ad accompagnare gli ospiti dell’Istituto nella loro quotidianità sono 5 Educatori professionali, una Psicologa, le Suore del Preziosissimo Sangue, 2 Collaboratrici Ausiliarie ed una Cuoca.

La Comunità Educativa è attualmente sowenzionata dalle rette periodiche comunali dei Servizi Sociali dei comuni di riferimento, quello di Sanremo in primis.