Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rezzo riparte, Adorno: “Grazie ai volontari e ai cittadini”

Il paese della Valle Arroscia era stato messo in ginocchio dall'alluvione 2016

Più informazioni su

Rezzo. “Durante l’anno 2017 l’attività dell’amministrazione comunale di Rezzo è stata intensa e rivolta soprattutto a ripristinare i danni alluvionali del novembre 2016. Purtroppo le lentezze burocratiche spesso hanno rallentato l’urgente volontà di riportare alla normalità il nostro territorio ma molte opere sono state compiute e altre sono in via risolutiva”. E’ uno dei passaggi del bilancio redatto dal sindaco Renato Adorno che contiene anche uno augurio speciale ai suoi concittadini per l’anno appena iniziato.

“A Lavina immenso è stato il lavoro per ripulire il letto della Giara completamente riempito dai detriti portati dalla frana, migliaia di metri cubi di materiale sono stati rimossi e utilizzati per sistemare gli argini del fiume. In località “Borghetto” si è provveduto alle prime necessità acqua, gas elettricità e al ripristino delle mulattiere, dei muri e del ponticello danneggiati dal fango e dalle rocce. Grazie anche all’aiuto dei volontari si è riparato l’acquedotto irriguo “Quardella” ed è stata in parte rifatta la strada “Delle olive” provvedendo alla ricostruzione di muri e del guado sul torrentello che l’attraversa – dice il sindaco –  A Cenova, altra frazione del Comune colpita dall’alluvione, è stata resa agibile, grazie a una scrupolosa opera di progettazione, necessaria dalle precarie condizioni del terreno, la strada che porta ai ripetitori parzialmente spazzata via dalla frana del rio “Quardella””.

E ancora: “Con altrettanta attenzione è stata avviata la progettazione a carattere ecosostenibile della frana che incombe sull’abitato verso la quale è stata tracciata la pista ed è stato eseguito il foro pilota per l’ispezione in modo che a breve si procederà con la realizzazione dell’intervento definitivo. Queste sono state le opere urgenti e indispensabili per la sicurezza dei borghi ma altre sono state svolte: – manutenzione straordinaria e/o ordinaria di tutti gli acquedotti e di alcune fognature, – parziale asfaltatura di strade comunali, provinciali e ripristino di altre interpoderali, – sistemazione della cartellonistica dove necessaria e ridisegnazione dei parcheggi pubblici. Un’attenzione dovuta è stata rivolta al decoro dei cimiteri curandone la pulizia e in alcuni casi svolgendo piccole attività edilizie di consolidamento e manutenzione straordinaria. L’amministrazione comunale, sentite le esigenze dei dipendenti, ha provveduto non solo all’acquisto di strumenti ed attrezzature nuove per migliorare la sicurezza sul lavoro ma anche alla manutenzione straordinaria degli automezzi. Importantissimo l’accordo con il Banco Azzoaglio per la gestione della tesoreria che ha permesso un notevole risparmio e una boccata di ossigeno alle casse comunali. E’ nostra convinzione che l’amministrazione debba sostenere prima di tutto chi abita qui, fornendo quei servizi essenziali per migliorare o semplicemente mantenere le necessità quotidiane di chi vive nell’entroterra, quindi ci siamo battuti per: – ottenere l’abbonamento unico per nostri ragazzi che frequentano le scuole della costa, – per avere un pullman di linea (una volta a settimana) più agevole alle persone anziane o per coloro diversamente abili che così possono essere più autonome nei loro spostamenti, – e grazie ai volontari, a mantenere percorribili e sicure le strade di accesso. E’ stato realizzato anche un centro comunale di protezione civile – radioamatoriale per evitare di rimanere nuovamente isolati in caso di calamità o per gestire al meglio eventuali operazioni di soccorso. L’amministrazione deve però anche promuovere e incentivare ogni forma di turismo mirata a sviluppare possibili forme di impresa e a questo proposito una particolare attenzione è stata rivolta ai centri storici dove si è provveduto a: – mettere in sicurezza i vetri dei lampioni, – manutenere la pavimentazione di alcuni tratti – sistemare e realizzare le ringhiere di protezione. Importantissima e alcune volte indispensabile la collaborazione con tutte le associazioni del territorio: Parco Alpi Liguri, Associazione Pro Loco e le locali sezioni di caccia, per mantenere in ordine e percorribili le mulattiere e i sentieri che portano alle località più suggestive . Nell’anno scolastico 2016/17 è stata avviata “La scuola del parco” in collaborazione con il Parco delle Alpi Liguri che ha permesso ai ragazzi di potersi avvicinare alla natura grazie ad attente e preparatissime guide attraverso escursioni, lezioni interattive e giochi, il successo notevole di questa nuova realtà è dimostrata dal fatto che in questo anno scolastico le scolaresche sono più che triplicate! Nell’anno appena trascorso si sono gettate le basi per riqualificare il nostro territorio: ambizioso il progetto dell’albergo diffuso e quello con le belle arti per la salvaguardia dei nostri pregiatissimi capolavori artistici. Molto è stato fatto e molto resta da fare ma per un piccolo comune come Rezzo, lasciatemi dire, è moltissimo; gran parte dei lavori sono stati realizzati attingendo a fondi comunali ma anche grazie ai contributi erogati dal Parco delle Alpi Liguri e soprattutto da quelli assegnati dalla Regione Liguria: L’ultima giunta regionale del 2017 ha contribuito a gonfiare le vele del nostro comune con un finanziamento che servirà per la progettazione dei territori coinvolti nell’alluvione dello scorso novembre 2016. Quest’atto, di vitale importanza per il nostro territorio, ha di fatto riconosciuto la grandezza della calamità e l’importanza del dissesto idrogeologico, dando così la possibilità al comune di poter essere inserito nei fondi regionali, nazionali e comunitari. Quindi un caloroso ringraziamento al Presidente della regione Liguria Toti, agli assessori Giampedrone e Scajola, al consigliere Piana e a tutti i funzionari che hanno collaborato con l’amministrazione e con gli uffici per ottenere questi risultati. Permettetemi però di ringraziare infinitamente i miei concittadini che in innumerevoli e svariati modi hanno sostenuto l’opera dell’amministrazione, incoraggiandola e partecipando attivamente ad ogni attività, a loro va il mio più sincero augurio di un sereno 2018″.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.