Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Montalto Carpasio alla prese con l’unione dei servizi: tasse invariate, faranno il porta a porta anche i carpasini foto

Il commissario Colangelo ha convocato per martedì i responsabili delle ditte e dei servizi

Montalto Carpasio. Il nuovo Comune unito della valle Argentina è realtà. Dal primo gennaio 2018 infatti è diventata efficace la fusione votata con il referendum consultivo dello scorso giugno, quando i carpasini con il 77,08% dei “Sì” e i montaltesi al 76,92% avevano sancito la propria volontà di unirsi.

Si dice che l’unione fa la forza, ma se a fondersi sono due ex comuni non sono pochi i problemi da affrontare. Il più urgente sul tavolo del neo commissario Fernando Colangelo è l’approvazione del bilancio (che i due ex primi cittadini avevano deciso di rimandare) e quindi delle tariffe dei servizi.

La proposta del prefetto è di lasciare invariata l’Imu al 2 per mille sulle abitazioni principali e al 10,6 per mille quella delle seconde case.

Un problema invece da risolvere è uniformare la tassa sui rifiuti, calcolata con modalità diverse dai due ex comuni. Un punto fermo sul quale si sta lavorando è cercare di lasciare invariate le tariffe pur unificando il servizio.

A tal proposito è stato convocato per martedì un tavolo tecnico tra i responsabili della ditte che si stanno occupando della raccolta differenziata e quelli dei servizi. All’ordine del giorno ci sarà l’ampliamento del servizio di raccolta porta a porta, già attivo a Montalto, anche a Carpasio.

“Senza aumentare l’impegno del Comune – spiega il dottor Colangelo – stiamo cercando una soluzione mediana, andando incontro alla ditta con l’offerta anche di mezzi comunali a disposizione di Montalto. Il punto essenziale è che un Comune, quale oggi noi siamo a tutti gli effetti, abbia lo stesso servizio e alle stesse tariffe.”

“Mi piacerebbe poi – continua il commissario prefettizio – chiedere ai migranti che le due comunità ospitano di darci una mano per fare in modo che il servizio possa raggiungere anche le zone più impervie di Carpasio.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.