Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Minaccia e aggredisce la moglie: 42enne di Imperia denunciato dalla Polizia

L'appello del questore Capocasa alle donne: "Denunciate tutte le aggressioni: la violenza non è amore"

Imperia. Un cittadino imperiese di 42 anni è stato denunciato dalla Polizia di Stato per essersi macchiato di una serie di violenze nei confronti della sua ex compagna, una 40enne di origini cubane. Dall’inizio della convivenza – ha raccontato la donna agli specialisti della Polizia – l’uomo ha subito dimostrato il suo carattere violento.

Come sempre accade purtroppo in questi casi il malinteso sentimento dell’amore ha indotto la donna a tacere le violenze, costituite da aggressioni fisiche, insulti a titolo gratuito: un clichè già visto. Nemmeno la nascita della figlia è servita a placare il comportamento violento dell’uomo.
Una vera e propria escalation di violenza quella subita dalla povera donna e dalla figlia, che assisteva inerme alle violenze, fino a quando la donna ha trovato il coraggio di riprendere in mano la propria vita: è andata via di casa, si è rivolta alla Polizia di Stato per chiedere aiuto e al tribunale per chiedere l’affidamento della figlia minore. Purtroppo l’allontanamento dalla casa non ha determinato l’effetto sperato. L’uomo, con un passato violento anche nei confronti della madre e della sua prima moglie, ha continuato a perseguitare la donna. In occasione di un incontro con l’ex compagna l’uomo l’ha aggredita di nuovo, minacciandola e afferrandole il collo. Fortunatamente le grida impaurite della vittima richiamavano l’attenzione di un vicino che chiamava le forze dell’ordine.
Quest’ultimo episodio ha convinto la donna a denunciare il suo aggressore rivolgendosi alla Polizia di Stato, che è stato denunciato per minacce e violenza.

Il questore di Imperia Cesare Capocasa, che fin dai primi giorni del suo insediamento ha rivolto la propria attenzione al contrasto della violenza di genere, lancia un appello, ancora una volta, alle donne vittime di violenza: “Denunciate tutte le aggressioni, state attente agli “ultimi incontri”, non fatevi impietosire; rivolgetevi con fiducia alla Polizia di Stato, ai Centri antiviolenza, non abbiate paura di chiedere aiuto. “La violenza non è amore””.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.